Nel giorno della vigilia della trasferta in casa dell’Albissola (Domani pomeriggio ore 16.30 al Comunale di Chiavari) ha parlato nella consueta conferenza stampa di presentazione al match il tecnico nerazzurro Luca D’Angelo che ha così espresso i suoi pensieri e le tematiche che vedranno protagonisti i nerazzurri in questa sfida in cui partono sicuramente favoriti sulla carta ma che potrebbe invece riservare delle insidie. Ecco di seguito le dichiarazioni del Mister:

La gara di domani è assolutamente da non sottovalutare perchè loro avranno motivazioni e la lotta salvezza è ancora apertissima. Per noi va anche bene così perchè almeno fino alla fine ci sarà battaglia per tutte le squadre, anche per le nostre avversarie dirette. Il nostro momento è positivo non è un segreto ma penso che gestire i momenti più belli sia anche difficile come disse in settimana scorsa Giovanni Corrado ma allo stesso tempo ho degli uomini maturi che si sono allenati benissimo e che hanno subito rimesso la testa sul campo perchè sanno che la gara di domani è ugualmente importante.”

Non esistono gare facili a maggior ragione quando ne mancano poche, c’è da temere l’Albissola perchè entreranno in campo per fare il risultato. Assenti al solito Liotti e De Vitis mentre recuperati Buschiazzo e Gamarra, per il resto tutti convocati e stiamo tutti bene dal punto di vista fisico. Domani farà caldo sicuramente ma lo farà per entrambe le squadre quindi non è un qualcosa a cui pensare. Proveremo ad impostare noi la gara sapendo che dovremo essere bravi a limitare i contropiedi o le giocate che loro proveranno, servirà decisione ed intensità come abbiamo avuto nelle ultime giornate. Mi aspetto una partita difficile da sbloccare, contro una squadra magari anche giovane ma che ha fatto vedere di poter stare tranquillamente in Serie C, con delle qualità e che spesso ha messo in difficoltà anche le big, basti pesnare che già a noi hanno tolto due punti all’andata. Insomma servirà molta testa e pazienza sopratutto se non si dovesse sbloccare all’inizio.”

Ogni partita decidiamo l’assetto tattico da utilizzare perchè ormai la squadra ha acquisito consapevolezza e maturità, deciderò se ruotare qualche elemento ma la formazione schierata nelle ultime gare mi ha sempre dato garanzie. Lo dico sinceramente, non guardiamo la classifica e non facciamo calcoli sull’Entella o sulle altre squadre. Noi dobbiamo pensare di uscire al 95′ con i tre punti e basta ogni partita, non ne parliamo nello spogliatoio della classifica anche perchè i primi posti non dipendono da noi ma sono nelle mani di altri quindi ci sono pochi discorsi da fare. Poi se mi dite sono contento se la Lucchese ha fermato l’Entella nell’ultimo recupero ammetto che sicuramente mi fa piacere se chi ci è davanti perde punti, sarei ipocrita a dire di no.”

E poi conclude – “La Serie C è così, molto imponderabile, ha tutto l’Entella nelle proprie mani quindi a noi non ci resta che pensare alla vittoria. Il campionato è lungo con tante partite e sarà fondamentale avere tutta la rosa pronta, in più noi siamo arrivati abbastanza lontano in entrambe le Coppe e dunque sicuramente abbiamo speso delle energie. Ora mancano sole sei partite e abbiamo sempre una settimana per preparare ogni gara, questo sicuramente ci può aiutare. Il gruppo è compatto e  siamo praticamente tutti amici anche fuori dal campo, il fatto che mentalmente i ragazzi stiano bene e siano tutti uniti verso la stessa direzione diventa fondamentale per una squadra di calcio. Le qualità morali sono importanti e sono contento che la società mi abbia messo a lavorare con un gruppo di persone educate e rispettose, così anche per un allenatore diventa più semplice gestire il gruppo.