Nel momento di massima esaltazione della stagione nerazzurra dopo il successo per 1-0 contro la Carrarese il Pisa sarà atteso, nella partita valida per la 33^ giornata di campionato, dalla trasferta in casa della neopromossa Albissola (Sabato alle ore 16.30 a Chiavari). Una squadra quella ligure che già all’andata (la foto dell’articolo è proprio di quella partita), contro un Pisa completamente diverso, aveva portato via un punto dall’Arena Garibaldi ma che con il nuovo anno ha trovato più difficoltà rispetto all’inizio del campionato ed una serie molto lunga di risultati negativi è costata la panchina all’ormai ex tecnico Claudio Bellucci.

A sostituirlo proprio due settimane fa è arrivato il nuovo Mister Rino Lavezzini che nell’ unica gara giocata sotto la sua gestione ha strappato un pareggio per 1-1 contro il Gozzano mentre nell’ultimo turno l’Albissola ha conquistato i tre punti a tavolino complice il calendario che metteva contro i liguri la Pro Piacenza. Proprio per questo quindi i liguri arriveranno alla sfida contro il Pisa dopo due settimane senza partite giocate e con una preparazione quindi maggiore alla partita rispetto ai nerazzurri.

Nella gara giocata contro il Gozzano Mister Lavezzini ha schierato la sua squadra con un classico 4-3-3: tra i pali i liguri hanno il portiere Albertoni, davanti a lui a destra troviamo Calcagno con a sinistra Oliana mentre al centro la coppia difensiva è composta dall’esperto Rossini (contro il Pisa rientra dalla squalifica) e da Nossa. Il centrocampo vede protagonisti Bezziccheri, Sibilia ed Oukhadda mentre nel reparto offensivo con Lavezzini nell’ultima gara hanno giocato Martignago (l’uomo più tecnico) sulla destra con Cais come punta centrale e Cisco sulla sinistra. 

E’ superfluo dire come dal punto di vista della rosa ci sia una differenza sostanziale tra l’Albissola ed il Pisa sopratutto dopo il mercato di Gennaio, è altresì superfluo dire che i nerazzurri non dovranno assolutamente sottovalutare questo avversario a caccia di punti salvezza fondamentali in queste ultime 6 rimanenti gare. Guardando un po’ di numeri possiamo vedere come i liguri dall’inizio del girone di ritorno abbiano faticato non poco vincendo sul campo una sola gara nelle ultime dieci (l’altra vittoria è arrivata come detto a tavolino) contro l’Arzachena per 2-1.

In casa l’Albissola ha il secondo peggior rendimento del campionato, solamente l’Alessandria ha fatto peggio anche se i piemontesi hanno pure giocato una gara in meno tra le mura amiche. Nelle 14 gare giocate al “Comunale di Chiavari” l’Albissola ha conquistato 12 punti soli frutto di 3 vittorie, 3 pareggi e 9 sconfitte. Peggio comunque hanno fatto in trasferta dove i liguri sul campo hanno vinto una sola volta (2 con la Pro Piacenza), pareggiando 5 partite (una a Pisa facendo aumentare i rimpianti) e perdendone 9 per un bottino di 11 punti conquistati. Insomma la differenza è sostanziale ma tutte le gare vanno giocate ed i nerazzurri dovranno cercare di uscire in tutti i modi con i tre punti dalla Liguria.

Scheda rendimento Albissola

Posizione: 17° | Punti fatti: 23 | Vittorie: 5 | Pareggi: 8 | Sconfitte: 18 | Gol Fatti: 28 | Gol subiti: 47

In casa – Punti fatti: 12 | Vittorie: 3 | Pareggi: 3 | Sconfitte: 9 | Gol fatti: 16 | Gol subiti: 24

In trasferta – Punti fatti: 11 | Vittorie: 2* | Pareggi: 5 | Sconfitte: 9 | Gol fatti: 12 | Gol subiti: 23

* gara contro Pro Piacenza vinta a tavolino