Sono 66 i giovani provenienti da ben 11 paesi della Comunità Europea, ospiti per una settimana nell’ex convento di San Francesco, che nella mattinata di mercoledì 6 marzo sono stati accolti in Palazzo Comunale dal sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini che li ha voluti accogliere in città.

I ragazzi, provenienti da Spagna, Grecia, Ungheria, Bulgaria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Repubblica Ceca e Malta, affiancati dal gruppo di volontari italiani di Fondazione Toscana Sostenibile, saranno impegnati per sei giorni nel progetto “I love EU”, promosso e organizzato da FTS con la collaborazione di Nkey di Santa Croce sull’Arno per la parte informatica, e cofinanziato dalla comunità Europea. Il progetto, che fa parte del programma Erasmus plus per favorire gli scambi giovanili, ha come fine quello di stimolare i giovani a diventare cittadini europei attivi e nei prossimi giorni i ragazzi dovranno mettere a punto dei prodotti digitali volti a invitare i loro coetanei a partecipare alle prossime elezioni europee. Venerdì 8 marzo, dalle 18, i ragazzi animeranno le strade del centro di San Miniato con un flash mob ideato da loro per coinvolgere la cittadinanza a far conoscere il progetto I LOVE EU. Ad accompagnare la delegazione è stato il viceministro lituano Martynas Norbutas che ha consegnato al sindaco un omaggio istituzionale.