Dagli studi di PisainVideo è andata in onda la seconda puntata stagionale di “Eoraparloio“. Uno degli ospiti della trasmissione condotta da Giovanni Lobaccaro e Riccardo Graffeo è Jacopo Balestri, ex difensore – fra le altre – di Reggina e Torino e ovviamente pisano doc.

Balestri analizza per prima cosa il risultato di Viterbo: “E’ sempre stato un campo ostico per il Pisa. E’ un avversario molto complesso da affrontare, ma la squadra nonostante le assenze e le difficoltà fisiche ha fatto molto bene anche mercoledì in Coppa Italia“. “I ragazzi stanno dando delle belle soddisfazioni – spiega – e credo che questa sia l’auspicio migliore per un finale di campionato molto importante“. “La squadra sta riuscendo a portare a casa molti risultati positivi. Lo spogliatoio e l’ambiente sono molto più carichi rispetto a prima: il pubblico è completamente dalla parte dei giocatori e del mister, e sul campo tutto questo si nota“, specifica Balestri.

L’ex difensore poi sposta la sua analisi sul campionato e sulla Serie C in generale, affermando che “il campionato è del tutto falsato. Indipendentemente dagli obiettivi stagionali, qualsiasi squadra quando si trova a non poter programmare gli allenamenti perché deve giocare tre partite in una settimana va in difficoltà“. “E’ normale quindi che i giocatori vadano incontro a un numero maggiore di infortuni – prosegue – tutti hanno da recriminare per questa situazione“.

L’ex calciatore pisano conclude spostando l’attenzione sulla sfida di sabato prossimo: “Non sarà il Pisa dell’andata visto a Carrara. Adesso i nerazzurri sono in piena corsa e in fiducia, e sono temuti da tutti“. “Mi ricordo come si concluse il match dell’andata – prosegue – quando i ragazzi vennero criticati e contestati. Adesso squadra e mister devono fare lo sforzo finale e riuscire a portarsi dietro con ancora più entusiasmo lo stadio e il pubblico“. “Penso che sarà una partita da tripla. Si affrontano due formazioni in salute e molto forti. La Carrarese ha dimostrato valori e qualità molto importanti, e pur con qualche calo si è mantenuta nei piani alti da inizio stagione. L’avversario è fortissimo in attacco, ma può essere colpito in una fase difensiva non sempre perfetta“.