Continua il momento magico della Pecciolese di Cerasa.

Dopo le vittorie contro Monterotondo, Forcoli e San Donato, la formazione nerazzurra fa suo anche il match contro il Centro Storico Lebowski.

A decidere la gara è una rete di Petracci, che realizza dagli undici metri, sfatando finalmente “l’incubo penalty”.

Partita maschia e combattuta fin dal primo minuto giocato.

Diverse le occasioni per la squadra di casa nella prima frazione di gioco, prima con Gentili di testa e poi con il solito Petracci.

Il Centro Storico Leboski, formazione fiorentina gagliarda, non ha reso sicuramente la vita facile ai ragazzi della Pecciolese, provando più volte a insediarsi tra le fila della difesa nerazzurra diretta da Giari. Tutto sommato però poco impegnato l’estremo difensore pecciolese Carli.

Ad un quarto d’ora dalla fine, la rete che è valsa la vittoria. Per un atterramento in area di Petracci, il direttore di gara nnon ha dubbi e indica subito il dischetto. Dagli undici metri l’attaccante viareggino non sbaglia e regala ai suoi la rete dell’uno a zero scacciando via anche la maledizione dei calci di rogire sbagliati (tre soltanto nel girone di ritorno).

Soddisfazione e gioia per la Pecciolese, che conquista così la testa della classifica, condivisa adesso con Fratres Perignano e Audace Galluzzo.

Domenica prossima ostica trasferta in casa del Venturina.

“Siamo entrati in una striscia di risultati positivi però non dobbiamo abbassare la guardia perchè già la prossima settimana ci aspetta una partita complicata, quella contro il Venturina, che sicuramente sarà agguerritissima e in cerca di punti importanti in chiave salvezza”, commenta Tommaso Giachetti, giovane difensore nerazzurro.

“Sapevamo di andare ad incontrare una squadra maschia, che non ci avrebbe permesso di giocare al meglio. Siamo stati bravi a mantenere la calma e la concentrazione. Nella ripresa abbiamo conquistato un rigore che io ho finalizzato ed abbiamo conquistato i tanti voluti tre punti. Adesso ci attendono ancora cinque battaglie, non è nostra intenzione abbassare la guardia”, dichiara Giacomo Petracci al termine del match.