Dopo il pareggio a reti bianche nel derby del foro contro la Lucchese parlano ai mezzi stampa Gori, Di Quinzio e come al solito Mister D’Angelo. Ecco di seguito le dichiarazioni dei tesserati nerazzurri che analizzano l’andamento di questo 0-0 forse inaspettato viste le differenti situazioni di Pisa e Lucchese, ma che alla fine si è rivelato giusto per quanto espresso sul campo.

Stefano Gori

“Ho visto la squadra scesa in campo con l’obiettivo di vincere, non è una scusa ma l’aver giocato tanto consecutivamente e sopratutto gare veramente intense ci ha penalizzato ma ai punti delle occasioni create forse meritavamo di vincerla. Bravo il loro portiere a salvare sull’ultima occasione. Non voglio parlare di campionato falsato perchè comunque prima di questa gara eravamo a tre punti dalla seconda, quindi insomma la classifica è ancora aperta e possiamo fare di più. Con i playoff partirà un nuovo mini campionato ma credo che in questa condizione potremo dire la nostra, in più vogliamo la Coppa Italia e Mercoledì a Viterbo ci proveremo in tutti i modi.”

Davide Di Quinzio

Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, sicuramente i meriti vanno anche alla Lucchese che ci ha pressato alti e ha tenuto un gran ritmo. La stanchezza nostra poi è venuta fuori, secondo me dobbiamo essere solamente contenti per come stiamo giocando e per i punti che stiamo portando a casa, l’episodio del palo poteva cambiare la gara ma si vede che doveva andare così. Ci piace giocare così più aperti che magari star tutti dietro, nella ripresa abbiamo avuto occasioni grosse, è mancato il gol, peccato anche se abbiamo concesso qualcosa di troppo. Ad inizio 2019 abbiamo perso punti stupidamente ma credo che l’importante è che ora stiamo bene e che giochiamo da squadra, la Coppa Italia è importante ce la giochiamo in un campo piccolo, brutto ma dovremo fare la partita. Secondo me ora ci stiamo divertendo a giocare e si vede di più rispetto a prima, a Viterbo andremo per dare battaglia perchè andare avanti in Coppa è fondamentale.

Mister D’Angelo

Fino al 35′ del primo tempo abbiamo fatto molto bene e lì dovevamo segnare, abbiamo concesso un po’ di occasioni a loro ma lo sapevamo perchè la condizione fisica era inferiore alla Lucchese. Loro avevano più gamba e in più abbiamo perso nella pre rifinitura Marin e Izzillo per una botta, quindi insomma eravamo contati a centrocampo e comunque affrtontavamo una squadra vera che sul campo avrebbe conquistato molti più punti di quanto non dica la classifica. Il pareggio ci può stare anche se mi rammarica perchè nel primo tempo avevamo avuto tutte le occasioni per sbloccarla. I cambi che ho fatto sono stati comunque importanti, chi entra fa sempre bene. Alla squadra non rimprovero niente, abbiamo fatto tanti punti in questa fase, peccato come sempre non aver vinto quando succede ma secondo me ci può stare, è fisiologico. De Vitis quando scende a centrocampo si vede che offensivamente è importante, senza il tiro ribattuto avrebbe segnato anche, ma in generale la squadra ha sofferto veramente la condizione fisica, ad esempio Pesenti aveva meno gamba, peccato che non sia arrivata una vittoria sporca. Si sono allungate tutte e due le squadre alla fine e abbiamo rischiato, Gamarra è entrato bene ha preso il ritmo-gara, è un ragazzo molto serio con qualità tecniche e perciò sono felice che si sia ben comportato nei dieci minuti in cui l’ho messo perchè avere più gente a disposizione potrebbe rivelarsi fondamentale. Positivo l’arbitraggio, non mi sento di dire ci fosse rigore su Moscardelli, ha diretto una buona gara, un arbitro molto tranquillo che ha saputo gestire le situazioni.