Ieri pomeriggio (27 febbraio ndr) – si legge nel comunicato stampa giunto in redazione – la Polizia di Stato di Pisa ha tratto in arresto un cittadino tunisino, ventenne, irregolare sul territorio nazionale per detenzione con finalità di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli uomini della Squadra Volante, congiuntamente al Reparto Prevenzione Crimine Toscana, hanno svolto un servizio mirato di prevenzione e contrasto al traffico di sostanze stupefacenti in zona Stazione.

Durante il controllo, gli uomini del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, hanno notato i movimenti strani di un giovane magrebino. L’uomo tentava di mimetizzarsi tra i turisti in attesa dell’autobus che dalla stazione conduce alla Torre pendente, rimanendo in palese attesa di altri soggetti, utilizzando come schermo una fitta comitiva di turisti che, scesi dalla stazione, erano intenti a salire sull’autobus alla fermata di via Corridoni.

E’nato un appostamento, a seguito del quale l’uomo è stato bloccato da due Volanti della Polizia di Stato, intervenute prima che l’uomo potesse perpetrare qualche attività delittuosa e dileguarsi approfittando della confusione tipica dell’ora di punta.

Addosso allo stesso, precisamente nascosto dentro la parte anteriore degli slip,l’uomo nascondeva una tavoletta intera di hashish di quasi 100 grammi, il quantitativo sufficiente al confezionamento di 200 dosi, per un valore complessivo di Euro 1000.

L’uomo, tunisino irregolare senza precedenti per spaccio, è stato pertanto tratto in arresto per detenzione con finalità di spaccio di sostanza stupefacente.

Questa mattina ( 28 febbraio ndr) il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto svolto dai poliziotti, ha assolto l’imputato perché ha ritenuto insufficiente e contraddittoria la prova fornita dall’accusa sull’attività di spaccio mossa nei confronti del magrebino.

L’uomo, dopo l’udienza, è stato riportato in Questura ove sono al momento in corso le procedure per l’espulsione.