Contro la Juventus Under 23 il Pontedera si giocava una gara importante in chiave playoff, e i granata hanno risposto presente palesando grande attenzione, maturità unita alla compattezza di un gruppo granitico, dove ogni giocatore della rosa è pronto a sacrificarsi per il compagno. Ne consegue il fatto che, la squadra riesce a sopperire di fronte ad assenze importanti, e soprattutto non fallisce mai l’approccio mentale al confronto. Sabato contro i bianconeri, nei primi dieci minuti la truppa di Ivan Maraia si è fatta apprezzare per attenzione e dedizione, pressando gli avversari da subito, trovando il meritato vantaggio. La squadra pur abbassandosi – forse troppo in alcuni frangenti- ha saputo opporsi al possesso di palla e alla pressione dei bianconeri mantenendo nervi saldi e grande maturità, chiudendo gli spazi lavorando come meglio non poteva in fase di non possesso con il risultato che la truppa di Zironelli si è fatta vedere poche volte dalla parti di Biggeri.

Il Pontedera, dopo un periodo difficile ha ottenuto due vittorie nelle ultime tre partite mettendo una seria ipoteca anche sul secondo obiettivo stagionale: il raggiungimento dei playoff. Adesso sono sette i punti proprio sui torinesi, Alessandria e Gozzano a sette giornate dal termine, certo abbassare la guardia adesso sarebbe pericoloso e anche privo di senso, ma la Maraia-Band siamo certi non lo farà, troppo importante mettere la ciliegina sulla torta in questa stagione, cioè far parte per la seconda stagione consecutiva agli spareggi promozione. Sabato trasferta sul difficile campo dell’Arzachena, dove ci saranno i recuperi di Fontanesi e Pinzauti dopo il turno di squalifica, che gli ha fatto saltare la sfida di sabato contro la Juventus Under 23.