La sconfitta contro il Ponsacco, di fatto ha certificato la fine dei sogni per il Tuttocuoio, protagonista di un ritorno completamente negativo. La presidentessa Paola Coia ha respinto in settimana le dimissioni del tecnico Nico Scardigli, decidendo di privarsi fino al termine della stagione di Cascone, Gorzegno e Di Paola. Prima della trasferta di Prato di questo pomeriggio alle ore 15, motiva così le sue decisioni:

L’obiettivo primario era la salvezza, che abbiamo ottenuto nel girone d’andata, a quel punto però la squadra ha inspiegabilmente mollato, non ha senso farlo quando siamo in testa alla classifica. La responsabilità è quella dei senatori, quando chiedevo di continuare a lottare, una volta che mi allontanavo sentivo che proprio loro dicevano ai compagni non dare peso alle mie parole: questa è una mancanza di rispetto nei miei confronti. Sono atteggiamenti intolleranti”.

Oggi la sfida sul campo del Prato per i neroverdi, da vedere con quale spirito affronteranno una squadra in grande crescita: ” Voglio vedere uno spirito diverso, attaccamento alla maglia e un pizzico di dignità che è stata persa in questi tre mesi, se non vedo questo oggi pomeriggio altri giocatori seguiranno quelli mandati via domenica scorsa. Sono dispiaciuta anche per il paese e l’imprenditoria del comprensorio che si è nuovamente avvicinata in questi mesi”.