Qui Viterbese

La formazione laziale arriva a questo quarto di finale dopo aver eliminato in serie Ternana e Teramo sempre tra le mura amiche in uno stadio che spesso è diventato un vero e proprio fortino e i nerazzurri lo sanno bene anche a proprie spese visto che proprio i gialloblu ci eliminarono dai playoff della scorsa stagione vincendo sia al “Rocchi” che all’Arena.

Rispetto a quella doppia sfida però in casa Viterbese è cambiato un po’ tutto: adesso sulla panchina siede Mister Antonio Calabro che è il terzo allenatore stagionale dopo Lopez e Sottili con il secondo che era stato l’allenatore capace di eliminare il Pisa, l’attuale mister invece fa giocare la sua squadra solitamente con il 3-5-2. Tra i pali ci sarà Valentini, in difesa invece probabile aspettarsi un terzetto composto da Atanasov, Rinaldi e l’ex nerazzurro Sini.

A centrocampo sull’esterno di destra pronto De Giorgi e su quello di sinistra Zerbin mentre al centro con il compito di fare filtro ci saranno a meno di sorprese Cenciarelli, Damiani ed il talento belga Vandeputte. La coppia d’attacco invece dovrebbe vedere protagonisti  Ngissah con uno tra Luppi e Polidori con il secondo forse favorito. I laziali arrivano a questa sfida abbastanza riposati visto che non hanno giocato nell’ultimo turno contro il Matera, a causa dell’esclusione dal campionato della squadra lucana.

Qui Pisa

I nerazzurri invece dal canto loro arrivano a questa sfida dopo tantissime partite giocate negli ultimi giorni e anche in questa settimana dopo Viterbo questa sera, ci sarà un’altra insidiosa trasferta ad Olbia in campionato. Da Mister D’Angelo dunque sarebbe lecito aspettarsi quantomeno una rotazione di alcuni uomini per questa sfida da dentro o fuori molto importante, ma sicuramente l’importanza della sfida secca potrebbe invece far mettere in campo al tecnico abruzzese una squadra molto vicina a quella titolare.

Sarà fondamentale comunque saper gestire le energie per una squadra apparsa un po’ stanca anche nell’ultimo turno contro la Lucchese. A questo si aggiunge la grana dell’infortunio di De Vitis con Liotti e Marin ancora non recuperati.

Non ci dovrebbero essere sorprese sul modulo, sarà 4-3-1-2 così composto: tra i pali ci sarà Gori, in difesa a destra Birindelli con a sinistra Lisi mentre al centro la coppia dovrebbe vedere dall’inizio Benedetti e Buschiazzo. A centrocampo comunque possibile vedere nuovamente Verna, Gucher e Di Quinzio con Minesso trequartista che avrà il ruolo di fare da supporto al tandem d’attacco che dovrebbe rivedere Marconi dal 1′ insieme a Moscardelli.

Insomma rotazione sino ad un certo punto perchè la gara conta ed è da dentro o fuori, saranno importanti i cinque cambi e il saper gestire le energie in caso di supplementari o rigori. Ad Olbia sarà probabile così vedere magari qualche seconda linea in più ma stasera i nerazzurri daranno tutto per passare perchè non ci nascondiamo, la Coppa è un obiettivo importante che potrebbe dare, oltre al trofeo stesso, anche un ottimo piazzamento per i playoff.

Le probabili formazioni

Viterbese (3-5-2): Valentini, Atanasov, Rinaldi, Sini; De Giorgi, Cenciarelli, Damiani, Vandeputte, Zerbin; Polidori, Ngissah. All. Calabro

Pisa (4-3-1-2): Gori, Birindelli, Buschiazzo, Benedetti, Lisi; Verna, Gucher, Di Quinzio; Minesso; Moscardelli, Marconi. All. D’Angelo

Arbitro: Daniele Rutella della sezione di Enna | Calcio d’inizio alle ore 20.30 allo stadio “Rocchi” di Viterbo