La presentazione del match

Si gioca l’ultimo dei quarti di finale della Coppa Italia di Serie C ed il Pisa che si è conquistato questa fase battendo in ordine Arzachena e Pontedera nei turni precedenti sempre all’Arena e sempre per 3-0. Di fronte la Viterbese dal canto suo ha superato in ordine Ternana e Teramo entrambe anche in questo caso tra le mura amiche. Chi passa il turno in questa gara secca con supplementari e rigori nel caso di parità, affronterà in semifinale il Trapani con andata in casa e ritorno in Sicilia.

La Cronaca

Primo Tempo

Inizio abbastanza lento con le due squadre che si studiano, al 7′ rischia tantissimo Brignani che per poco non commette un clamoroso errore sorprendendo con un retropassaggio D’Egidio che però è bravo a salvarsi in angolo. Con il passare dei minuti la partita aumenta di ritmo e prima Polidori e poi Moscardelli mettono i brividi ai rispettivi portieri avversari, soprattutto “Mosca” al 16′ di testa chiama ad un vero e proprio miracolo Valentini.

A metà primo tempo è il Pisa a farsi vedere di più: tra 21′ e 24′ ottime occasioni per Brignani prima con un destro a giro e Marconi poi con un bel tiro da fuori. Addirittura subito dopo dallo stesso corner è ancora Brignani a sfiorare il vantaggio nerazzurro con un colpo di testa che esce però troppo centrale. Dopo questo momento positivo il Pisa si riabbassa un po’ troppo e la Viterbese inizia a giocare meglio.

Ed è proprio in questa fase che i gialloblu concretizzano: al 42′ grandissimo lancio di Sini dalla difesa per Polidori che in velocità brucia Masi superando tutta la difesa nerazzurra e lo stesso attaccante laziale resta freddo davanti a D’Egidio infilandolo con un bel diagonale di destro per l’1-0 in favore dei padroni di casa. Non succede altro dopo il gol e così senza recupero è la Viterbese a chiudere in vantaggio un primo tempo comunque abbastanza equilibrato.

Secondo Tempo

Si riparte con gli stessi uomini in campo e subito i nerazzurri reagiscono e la pareggiano: al 48′ con un gol veramente identico a quello dei padroni di casa. Lancio perfetto dalla difesa da parte di Birindelli per Moscardelli che aggancia benissimo e con il destro complice anche una lieve deviazione supera incrociando Valentini per la rete dell’1-1 che rimette le cose apposto per i nerazzurri, ci sta comunque il pari per quello che i è visto in campo sin’ora.

Dopo il pareggio sono i padroni di casa a riprendere un po’ di campo e ad attaccare maggiormente, doppia occasione nitida tra 59′ e 60′ per i gialloblu con Vandeputte prima e il neo entrati Bismark poi che mettono i brividi alla porta di D’Egidio. I nerazzurri comunque si difendono ordinatamente e provano a ripartire spesso in contropiede. Al 74′ buono spunto di Di Quinzio che prova un destro a giro che però si spegne di qualche metro abbondante sul fondo.

Ed arriva al 78′ l’episodio in favore dei nerazzurri: palla filtrante anche in questo caso di Birindelli dalla trequarti su cui si involano Lisi, sicuramente in posizione regolare, e Marconi, che arriva da dietro la linea difensiva anche se in punizione dubbia, con il secondo che prende il pallone davanti a Valentini freddandolo con un destro potentissimo sul primo palo tra le proteste furenti dei padroni di casa che volevano il fuorigioco ma l’assistente e l’arbitro dicono che è tutto regolare e così il Pisa la ribalta, 1-2 il risultato ora al “Rocchi”!

Ovviamente dopo il vantaggio del Pisa i padroni di casa si buttano in avanti alla ricerca del disperato pareggio che porterebbe tutto ai supplementari, all’89’ reclama un rigore la Viterbese per fallo di Lisi su Polidori ma l’arbitro lascia correre sul proseguimento dell’azione miracolo di D’Egidio che si supera deviando in angolo un tiro velenosissimo si supera mettendo in angolo ma sul corner la difesa si perde Atanasov che dopo una ribattuta trova il 2-2 al 90′.

Quando la gara ormai sembra prendere la direzione dei supplementari la difesa nerazzurra va completamente in affanno perdendosi Molinaro sulla sinistra che si invola in area tirando verso la porta di D’Egidio che respinge ma sulla ribattuta a porta vuota arriva Pacilli per il clamoroso 3-2 che in meno di 60 secondi ribalta incredibilmente la situazione. Non succederà altro, un finale beffardo con una squadra andata totalmente in bambola porta i nerazzurri ad uscire in malo modo dalla Coppa Italia di Serie C, sarà Viterbese-Trapani dunque la semifinale. 60 secondi di buio totale che rovinano una gara tutto sommato interpretata bene e pure ribaltata a soli 12′ dalla fine. Delusione totale per un eliminazione arrivata in un modo assolutamente crudele e inaspettato.

Il Tabellino

Viterbese (3-4-1-2): Valentini, Atanasov, Rinaldi, Sini; Zerbin (82′ Molinaro), Damiani, Cenciarelli (82′ Pacilli), Mignanelli; Vandeputte (76′ Tsonev); Polidori, Luppi (57′ Bismark). All. Calabro

Pisa (3-5-2): D’Egidio, Buschiazzo, Brignani (87′ Benedetti), Masi; Meroni (62′ Lisi), Izzillo (71′ Gucher), Verna, Di Quinzio, Birindelli; Moscardelli (71′ Pesenti), Marconi. All D’Angelo

Reti: 42′ Polidori (V), 48′ Moscardelli (P), 78′ Marconi (P), 90′ Atanasov (V), 91′ Pacilli (V)

Ammoniti: 45′ Di Quinzio (P), 52′ Zerbin (V), 89′ Sini (V)

Note: arbitro Rutella di Enna | Angoli 5-3| Recupero 0′-5′