Dove eravate il 6 aprile 1994? no, non ci siamo svegliati male questa mattina e nemmeno vogliamo fare sondaggi di dubbio gusto, ogni sportivo del Pontedera ha scolpito nella propria mente e nel proprio cuore in maniera indissolubile questa data. Infatti da queste parti la risposta a questa facile domanda non può che tornare a quel pomeriggio in cui la truppa di Francesco d’Arrigo, allora in testa al girone A della serie C/2 si prese il gusto di sconfiggere la nazionale Italiana al centro sportivo di Coverciano, in quella che doveva essere la classica partita di allenamento per gli azzurri guidati da Arrigo Sacchi, che di li a poco avrebbero partecipato alle fasi finali dei mondiali negli Stati Uniti (poi chiusi al secondo posto con la famigerata finale persa ai calci di rigore contro il Brasile).

Tornando a quel pomeriggio, non c’erano i social e i telefonini, era una partita in cui nessuno si aspettava – come logico che sia- un risultato del genere, c’era solo l’onore di affrontare la nazionale italiana e alcuni giocatori da osservare solo in televisione. Dalle 18 in centro iniziò il tam tam, la notizia cominciò a spargersi a macchia d’olio per poi avere la conferma dal notiziario sportivo di Rai due delle 18.30 che dette il via ad una vera e propria “esplosione mediatica”.