9 aprile 1909 – 9 aprile 2019

Il Pisa Sporting Club festeggia oggi 110 anni di storia! Un lungo cammino fatto di gioie e amarezze, cadute e risalite, sogni e speranze ma soprattutto di passione: quella stessa passione che accomuna da generazioni tutta la nostra Gloriosa città e che colora di nero e azzurro le nostre vene.

Oggi più che mai FORZA PISA!
Che la tua storia possa risplendere sempre

 

Il calcio a Pisa comparve per la prima volta nell’inverno del 1908, sul prato della piazza di San Paolo a Ripa d’Arno, dove alcuni ragazzi cominciarono a dar calci a una palla di stracci, tra due porte create con giacche e cappotti. Quegli stessi ragazzi fondarono poco dopo la Società Sportiva Etruria, avente per divise alcune camicie biancorosse in onore dei colori del gonfalone cittadino, e iniziarono a usare come campo di gioco il prato del Duomo e la Piazza d’Arme. La prima partita “ufficiale” avvenne proprio in quell’anno contro una compagine livornese, la Libertas: nel campo labronico di Piazza Orlando i padroni di casa si imposero per 5-0.

Esattamente il 9 aprile dell’anno successivo, il 1909, quel gruppo di giovani studenti universitari pisani fondarono un nuovo club, creando il Pisa Sporting Club. Il nome della nuova società venne proposto da Marino Scotti, uno dei fondatori, mentre i colori sociali, inizialmente biancorossi in omaggio ai colori del gonfalone cittadino, divennero definitivamente nerazzurri l’anno successivo, come omaggio all’Inter vincitrice del titolo nazionale 1909-10 e su suggerimento del segretario Ferruccio Giovannini.

I primi giocatori del Pisa furono, quindi, innanzitutto dei giovani studenti che dividevano il proprio tempo fra studio e attività sportiva. La squadra iniziò così a partecipare a competizioni con rappresentative dei capoluoghi vicini e da lì in poi nacque dunque la storia calcistica di Pisa che esattamente oggi da 110 anni continua a regalare emozioni a tutta la città e ai propri sostenitori.