Minesso, Minesso, Minesso! Un’ultima giornata della stagione regolare da ricordare per il trequartista nerazzurro che chiude con una tripletta e portandosi il pallone a casa nell’importante vittoria dei nerazzurri per 3-0 contro il Novara. Una gara praticamente mai in discussione con il Pisa che grazie a questo successo ha chiuso sia al terzo posto del proprio girone sia come migliore terza assicurata tra i tre gironi a prescindere da come finiranno le partite di oggi nel Girone B e nel Girone C.

Insomma una rincorsa terminata in maniera trionfale per una squadra che da Gennaio in poi ha macinato punti e record senza fermarsi più: ultima sconfitta infatti arrivata il 23 Gennaio ad Arezzo, da lì in poi solamente risultati utili (contando il recupero con la Pro Vercelli e la gara vinta a tavolino con la Pro Piacenza sono ben 17 le partite senza una sconfitta) con l’iniziale decimo posto che si è trasformato in un terzo posto completamente in solitaria a +5 su Arezzo e Pro Vercelli. Un qualcosa di assolutamente inaspettato per come era partita la stagione e che invece ora rende i nerazzurri una delle squadre favorite in questi playoff che però ci hanno insegnato di come i valori siano molto relativi in questo mini-torneo dove veramente tutto può succedere. A prescindere da questo però sicuramente il Pisa è una delle squadra che ci arriva meglio anche se adesso ci saranno due settimane di stop forzate visto che con questo 3° posto i nerazzurri entreranno in scena solamente il 19 Maggio (avversario da definire) nell’andata del Primo Turno della Fase Nazionale in trasferta e poi torneranno in campo all’Arena per il ritorno il 22 Maggio.

Cosa è andato nella gara di ieri: Pisa subito padrone del campo e del gioco contro un Novara che è vero aveva poco da chiedere alla classifica ma che, come detto dallo stesso mister piemontese Sannino, avrebbe giocato questa gara come preparazione ai playoff visto che i biancoazzurri entreranno in gioco già Domenica prossima nel Primo Turno in gara secca a Siena. Nonostante questo sul campo c’è stata una grande differenza sopratutto tecnica con i nerazzurri che hanno giocato bene e che si sono trovati spesso in maniera precisa con ottime azioni sia da una parte del campo che dall’altra, a tutto questo si è aggiunta poi una concentrazione massima e una giornata in cui molti dei singoli erano in giornata (Minesso su tutti).

Insomma una gara vicina alla perfezione ed un 3-0 secco senza grosse repliche, per la prima volta in stagione il Pisa ha segnato più di due reti all’Arena e soprattutto il Pisa non vinceva l’ultima giornata di un campionato dalla stagione 2013/14. Un’ottimo modo di chiudere per prepararsi ad un percorso che sarà sicuramente difficile e tortuoso ma che da ora in poi potrebbe veramente regalare soddisfazioni a tutta la città, per concludere diciamo che nel solo girone di ritorno il Pisa ha fatto 40 Punti mentre aveva chiuso a 29 quello di andata proprio dopo il 2-2 al “Piola” contro il Novara.

Insomma numeri che parlano da soli, una squadra rigenerata dal mercato di Gennaio con una crescita generale che ha influito positivamente anche su alcuni elementi che nel girone di andata invece avevano tentennato. Tutto il centrocampo con Gucher a padroneggiare ora fa paura e non c’è da dimenticarsi che al momento sono mancati anche due elementi fondamentali come De Vitis e Verna, oltre che Liotti. Se la squadra arriva in queste condizioni al 19 Maggio e in più riuscissero a rientrare in condizione questi elementi della rosa allora sì che sognare si può, già adesso si percepisce un entusiasmo mai arrivato  prima oggettivamente da quando i Corrado hanno preso in mano il Pisa, tutti uniti nella stessa direzione adesso i playoff possono essere affrontati da protagonisti e non solo da comparse come la scorsa, nefasta, stagione.