Sono dodici, sei uomini e sei donne, agguerriti per conquistare il Comune di Calci con il candidato sindaco Serena Sbrana. Una lista, quella di Uniti per Calci, appoggiata dal centrodestra unito, composta da persone che si mettono in gioco per un futuro migliore. Tutti mettono a disposizione le loro competenze molto diversificate, che sono servite anche a stilare il programma. Ci sono un avvocato, un impiegato, un geometra, uno studente, un’infermiera di sala operatoria, un vigile del fuoco, un ufficiale dell’esercito, un’imprenditrice, una casalinga (mamma e volontaria con gli anziani), un farmacista, un commerciante su aree pubbliche. Insomma, tutta gente impegnata in vari campi, con tanta voglia di fare e di cambiare, unita dal desiderio di una Calci diversa.

Fra di loro, che coprono tutte le fasce d’età, ci sono tre consiglieri comunali uscenti. In tutto dodici persone con un programma ben chiaro e decisamente concreto, che punta sulla sicurezza del territorio, sulla riorganizzazione della macchina comunale, sullo snellimento della burocrazia, sul rilancio del commercio e del turismo, sulla vera prevenzione degli incendi boschivi, sul controllo di tutti i servizi per i cittadini, sulla diversa modalità di raccolta dei rifiuti.

I nomi dei candidati di Uniti per Calci sono Giulio Messerini, Maila Mangini, Pierluigi Meucci, Barbara Druda, Davide Capizzi, Maria Grazia De Luca, Leonardo Pardini, Elisabetta Ciardelli, Sandro Degli Innocenti, Roberta Cucurachi, Giacomo Pratali e Susy Bardelli.

A loro e al candidato sindaco Serena Sbrana gli auguri di un pubblico numeroso e di Gabriele Gabbriellini (commissario provinciale della Lega), di Raffaele Latrofa (coordinatore regionale del movimento IDeA) e di Andrea Porcaro D’Ambrosio (membro dell’assemblea nazionale di Fratelli d’Italia).