Conclusi i lavori alla rotatoria di San Miniato Basso, realizzata all’intersezione tra viale dei Mille e l’asse urbano costituto dalla Tosco Romagnola. Si tratta dell’accesso principale al territorio comunale di San Miniato, per chi proviene dalla strada di grande comunicazione Fi-Pi-Li. A presentare questa opera sono stati questa mattina gli amministratori, accompagnati dai bambini della scuola primaria “Dante Alighieri” di San Miniato Basso.

La realizzazione di questa infrastruttura, un intervento da oltre 370mila euro di risorse comunali, ha l’obiettivo di snellire all’affluenza di traffico in entrata e in uscita sulla grande arteria di collegamento, consentendo una maggiore fluidità e una migliore sicurezza ai mezzi di trasporto.

All’interno della rotatoria è stato creato anche un elemento scultoreo vivo, il cui obiettivo è quello di rafforzare l’identità territoriale e culturale locale, attraverso la sintesi di uno studio geometrico delle forme e delle simbologie identificative di San Miniato. Su un basamento quadrangolare sono infatti stati installati quattro cilindri che ricordano i quattro elementi terminali della Rocca di Federico II, il simbolo di San Miniato per eccellenza, dalla cui sommità esce un rivolo d’acqua, incidendo ogni cilindro, che disegna sul basamento la pianta della Rocca. L’ acqua diventa l’elemento unificatore che equilibra l’insieme e mostra come il territorio evolva pur mantenendo intatta la sua identità.