Dopo l’intensissimo pareggio per 2-2 nella finale di andata dei playoff tra Pisa e Triestina per i nerazzurri, ai microfoni della sala stampa, parlano De Vitis, Benedetti e Mister D’Angelo. Ecco di seguito le dichiarazioni dei protagonisti del match nel post-gara.

Mister D’Angelo

Stasera gli episodi non sono stati troppo dalla nostra parte, abbiamo giocato bene e credo che loro abbiano segnato nelle due occasioni avute. C’è rammarico per non aver vinto ma c’è anche grande entusiasmo per averla pareggiata, perdere sarebbe stato incredibile. Appena Moscardelli ha segnato potevamo andare sul 2-1 con Pesenti mentre poi hanno segnato loro con un tiro deviato, gli episodi in queste gare sono tutto. Ho inserito un attaccante tecnico come Moscardelli e uno che attacca la profondità come Pesenti per dare noia al loro tipo di difesa e credo che ci siamo riusciti. Abbiamo la fortuna di avere una panchina lunga e nella ripresa i cambi ci hanno dato una grande mano. La Triestina comunque a mio avviso è una squadra forte ed è normale aver sofferto alcuni momenti della partita in una finale playoff dove arrivano le squadre migliori.”

Alessandro De Vitis

Penso che ci siamo comportati bene e che abbiamo subito troppo per quanto invece abbiamo concesso loro. Perdere sarebbe stata una beffa ma fortunatamente l’abbiamo ripresa, non abbiamo concesso tante occasioni ad un attaccante forte come Granoche e penso che non dobbiamo rimproverarci nulla. Anche sul primo gol è vero abbiamo sbagliato un passaggio ma poi hanno vinto anche un paio di rimpalli ed è entrata in ballo la componente fortuna anche sulla seconda rete. A Trieste sarà gara vera, non abbiamo dubbi che il pubblico ci seguirà in massa. Il gol preso subito ci ha liberato mentalmente dopo un inizio un po’ così, abbiamo cominciato a giocare palla a terra scrollandoci di dosso un po’ la tensione iniziale. Se c’era una squadra che avrebbe meritato di vincere comunque a mio parere eravamo noi. Noi rispettiamo molto la Triestina ma penso che anche loro abbiano rispetto per noi per quello che abbiamo dimostrato da Gennaio in poi, dovremo dare tutto quello che abbiamo Domenica. Non immagino che gara sarà ma noi dobbiamo pensare solo al nostro e non ad altro e giocare come sappiamo. Non penso che l’arbitro abbia falsato il risultato, magari poteva gestire meglio solamente qualche situazione.”

Simone Benedetti

Sarebbe stato ingiusto perdere, il pareggio ci sta stretto. Gli episodi non ci hanno girato bene ma penso che la cosa importante sia stata quella di non mollare e pareggiare. A Trieste a questo punto sarà una finale secca, avremo i nostri tifosi al seguito e mi aspetto una bella partita. Eravamo 1-1 e abbiamo sfiorato il vantaggio subito, poi invece segnano loro e tutto cambia. Le finali sono così, conta ogni dettaglio. Laggiù servirà personalità e dimostrare cosa sappiamo fare. Sull’arbitraggio dico solo che magari qualche situazione un po’ dubbia sui cartellini c’è stata ma in generale è stato bravo. Sono contento di aver dato il mio supporto da Gennaio ma non mi sento leader, siamo un gruppo compatto dove tutti danno il loro massimo apporto per la causa.”