La presentazione del match

Si apre il sipario sulla Serie B 2019/20, l’anno del ritorno dei nerazzurri in cadetteria dopo oltre due anni di astenza. 75 giorni esatti dal trionfo di Trieste in cui la piazza ha atteso solamente questo giorno. Il campionato si apre all’Arena Garibaldi dove i nerazzurri ospitano una tra le favorite del campionato: il Benevento di Mister Pippo Inzaghi. Ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad un grande match. Grande spettacolo nel pre-gara con la sfilata con i vessilli del gioco del ponte e della Repubblica Marinara pisana.

La Cronaca

Primo Tempo

Inizio vivace con le due squadre che si studiano ma il Pisa comunque gioca ordinato e ci prova maggiormente senza creare però grandi pericoli nei primissimi minuti. Il Benevento è pericoloso con le ripartenze e con un attacco sicuramente da tenere d’occhio. Prima chance da segnalare al 18′: gran lancio di Aya per Masucci che si gira e serve il pallone a Marconi che calcia di prima intenzione con il sinistro non trovando però la porta.

Gli ospiti dopo la mezz’ora girano meglio il pallone rispetto ai primi minuti e sopratutto ci provano con tiri dalla distanza: prima Improta e poi Viola ci provano ma sempre tiri troppo centrali e facili fa bloccare per Gori. Ancora pericoloso il Benevento al 37′ da una punizione battuta sulla destra tagliatissima dove per fortuna dei nerazzurri nessuno arriva, passano 60 secondi ed il Pisa ha sulla testa la migliore occasione del match: cross di Lisi da sinistra che trova Verna sul secondo palo che fa la sponda in mezzo trovando Masucci che in qualche modo in salto prova a concludere ma il Benevento si salva. Pisa pericoloso.

Con un solo minuto di recupero e senza altre emozioni da segnalare se non un grande recupero di Marin su Tello si chiude sullo 0-0 un discreto primo tempo dove le due squadre si sono studiate e hanno alzato il ritmo a fiammate alterne, buona comunque la prestazione del Pisa contro una squadra sicuramente forte e attrezzata.

Secondo Tempo

La prima occasione della ripresa è sul piede di Coda dopo una respinta difettosa della retroguardia pisana, per fortuna dei nerazzurri però il suo mancino è sbilenco e termina fuori. Dopo un frangente di gara abbastanza spezzetato sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi al 59′ su una punizione dal limite calciata bene da Viola con sfera che termina di poco alta sopra la traversa.

Buon momento per i nerazzurri dopo il 60′ con diverse azioni offensive: prima gran tacco di Lisi per Verna che libera Gucher il quale arriva sul fondo crossando però troppo sulle mani di Montipò che blocca. Poco dopo corner dalla destra battuto bene a trovare Marconi sul secondo palo ma il colpo di testa dell’attaccante nerazzurro è alto sopra la traversa. Il Benevento torna a rendersi pericolosissimo al 70′: bel cross dalla sinistra di Tello per Coda che fa un grandissimo anticipo di testa mettendo il pallone sopra la traversa veramente di niente.

Con il passare dei minuti la gara rimane sul filo dell’equilibrio: sia una squadra che l’altra può portare a casa la vittoria, ci sono azioni abbastanza ad intermittenza sia da parte del Pisa che del Benevento. L’episodio clamoroso arriva proprio all’ultimissimo secondo in favore dei nerazzurri: Marconi anticipa sul tempo il neo-entrato Del Pinto e viene toccato da dietro all’altezza del polpaccio, per l’arbitro è calcio di rigore al minuto 94! Dal dischetto però lo stesso Marconi si fa incredibilmente ipnotizzare da Montipò che si butta bene sulla sinistra (molti dubbi sul tuffo del portiere che parte senza toccare le linea con i piedi) respingendo il penalty dell’attaccante nerazzurro e così la prima gara della stagione termina 0-0 con un punto a testa. Buona in generale la prestazione dei nerazzurri con l’unico rammarico di non averla vinta con un occasione immensa arrivata proprio nell’ultimissimo minuto di partita.

Il Tabellino

Pisa (4-3-1-2): Gori, Belli (60′ Birindelli), Benedetti, Aya, Lisi; Verna (74′ Pinato), Gucher, Marin; De Vitis; Masucci (69′ Asencio), Marconi. All. D’Angelo

Benevento (4-4-2): Montipò, Gyamfi, Caldirola, Volta, Letizia; Improta (74′ Insigne), Viola, Schiattarella (90′ Del Pinto), Tello; Sau (79′ Armenteros), Coda. All. Inzaghi

Reti: /

Ammoniti: 36′ Lisi (P), 43′ Benedetti (P), 45′ Volta (B), 58′ De Vitis (P), 60′ Belli (P),

Note: arbitro Fourneau di Roma 1 | Angoli 7-1 | Recupero 1′- 4′ Spettatori 8.521  Al 94′ Montipò (B) ha parato un rigore