Come ogni lunedì, anche ieri sera dagli studi di PisainVideo è andata in onda la quinta puntata stagionale di “Eoraparloio“. Uno degli ospiti telefonici dei conduttori Giovanni e Riccardo è stato Christian Amoroso, allenatore del Real Forte Querceta in Serie D. “Erano ormai un po’ di anni che cercavo di approdare in questa realtà, perché è una società organizzata veramente bene. Si respira il professionismo“. “Quest’anno abbiamo una buona squadra – spiega l’ex centrocampista – siamo partita con alcuni buoni risultati, battendo addirittura la Lucchese”. Purtroppo a Pisa ho giocato pochissimo, alla fine della mia carriera – prosegue l’ex nerazzurro – ma ho vissuto delle bellissime emozioni perché da pisano giocare per la propria squadra del cuore è il massimo. E poi ho avuto anche l’onore di allenare la squadra alla mia primissima esperienza da allenatore. Partendo dal settore giovanile sono riuscito a centrare questo obiettivo, nonostante la situazione societaria fosse particolare. Sono veramente felice del mio percorso nel Pisa“.

Questa sera i nerazzurri sfideranno in campionato l’Empoli, “una squadra costruita per andare in Serie A“, “Ma il Pisa è una squadra veramente ostica, ben organizzata – afferma Amoroso – credo che sia una partita da tripla. Ci sarà spazio per tutti i risultati“. “La squadra sta dimostrando di stare molto bene. Dal punto di vista mentale sprizza salute e fiducia: questo si riflette anche sulla tenuta atletica dei ragazzi in campo. Corrono, si aiutano, tutti fanno un metro in più per aiutare i compagni“, conclude il tecnico del Real Forte Querceta. “Nel fine settimana avremo la sfida con il Ghiviborgo. Una squadra che sta facendo benissimo in questa prima parte del campionato di Serie D. Sarà una bella partita“.