Ieri sera dagli studi di PisainVideo è andata in onda la quinta puntata stagionale di “Eoraparloio“, condotta da Giovanni e Riccardo. Uno degli ospiti telefonici della serata è stato Gianluca Zattarin, ex difensore che ha militato nel Pisa dal 1999 al 2001 e nella stagione 2006-2007. “La Serie B è un campionato molto difficile, nel quale serve una grande continuità per riuscire a raccogliere punti e risultati importanti“. “In questo senso i nerazzurri si sono calati molto bene nella nuova realtà – spiega Zattarin – la scelta di proseguire con il gruppo che lo scorso anno ha stravinto la C si sta rivelando azzeccata. Il blocco con la guida tecnica e la società è molto forte, unito alla spinta del pubblico pisano si crea un mix veramente irresistibile“.

Ogni volta che ripenso alle mie annate a Pisa non mi vengono in mente le vittorie. Mi tornano in mente le immagini della nostra gente che ci seguiva ovunque, spingendoci a dare sempre il massimo“, sottolinea Zattarin. “Andammo a giocare a Monza nella finale playoff di fronte a 6mila tifosi nerazzurri – prosegue – a distanza di anni sono emozioni che ti restano dentro. Dal campo provavamo la loro stessa passione. Quando si crea la simbiosi fra la squadra e la tifoseria si riescono a raggiungere risultati strepitosi“. “La forza del pubblico nerazzurro è che quasi tutti i tifosi che si spostano per la trasferta provengono da Pisa e provincia. C’è un’identità con la squadra del cuore veramente incredibile“.

La squadra si trova a memoria in campo, nonostante il cambio di categoria. Bisogna dare atto a mister D’Angelo di aver portato avanti un progetto tecnico serio e organizzato. Sono certo che il Pisa potrebbe essere la vera sorpresa del campionato“, conclude l’ex difensore.