Il Presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori ha preso parte nella mattinata odierna alla conferenza stampa, convocata per fare il punto della situazione sulla piena dell’Arno,che si è svolta presso la Prefettura di Pisa.

Durante la conferenza stampa è stato annunciato che nel pomeriggio di oggi lunedì 18 novembre verranno revocate dal Sindaco di Pisa Michele Conti le ordinanze limitative emesse in merito sia alla viabilità che alle attività commerciali per il centro cittadino del capoluogo pisano.

Per quanto riguarda la Provincia, la Sala Operativa rimarrà aperta fino alla serata di oggi, lunedì 18 novembre per seguire l’evoluzione dell’evento su tutto il territorio provinciale.

Già dalle prime ore della mattinata di oggi lunedì 18 novembre la Provincia ha riaperto tutte le infrastrutture che erano state chiuse nella giornata di ieri domenica 17 novembre, dal momento che la piena dell’Arno era transitata sui territori e il momento di massima criticità si era esaurito“, ha affermato il Presidente Angori. “Si sono registrate alcune criticità nelle zone di Montopoli Valdarno, Santa Croce e Castelfranco che sono state tenute comunque sotto controllo. Alcuni episodi da seguire anche nella zona di Val di Cecina, a Guardistallo dove è stato scoperchiato il tetto del Teatro Comunale, Montecatini Val di Cecina e Montescudaio, circostanze che stiamo seguendo anche all’interno della Sala Operativa. La Provincia di Pisa sta infatti seguendo l’evolversi della situazione in stretta sinergia col Genio Civile della Regione Toscana, monitorando tutte le criticità in corso. La Regione Toscana, con atto proprio della Giunta Regionale, nella mattinata di oggi ha richiesto lo stato di emergenza nazionale“, ha aggiunto il Presidente Angori.

Nella giornata di domani martedì 19 novembre gli uffici provinciali e le scuole superiori di competenza della Provincia di Pisa riapriranno regolarmente per la prosecuzione delle ordinarie attività.

Per le comunicazioni dettagliate dei vari territori invitiamo anche a consultare i canali comunicativi ufficiali dei singoli Comuni.