Dopo il bel successo nel posticipo della 14^ giornata per 2-0 contro il Pordenone per i nerazzurri parlano in sala stampa Robert Gucher, Samuele Birindelli oltre a come sempre Mister Luca D’Angelo. Breve parentesi anche di Giovanni Corrado. Ecco di seguito le loro dichiarazioni:

Mister D’Angelo

Marconi andrà valutato domani e in questa settimana, un problemino al ginocchio che speriamo possa essere nulla di grave. Abbiamo giocato un’ottima partita indirizzando la gara sin da subito e poi gestendo il risultato molto bene. Abbiamo fatto la partita che avevamo preparato con alcuni ragazzi che non stavano neanche al 100% della condizione contro il Pordenone che era secondo in classifica. Il merito va ai giocatori che hanno messo grande applicazione e sacrificio nella partita. E’ un peccato per l’espulsione di Pinato, l’assistente mi ha detto che la gamba era molto alta e ci poteva stare l’espulsione. Dobbiamo continuare ad avere questo spirito, tranne Pescara abbiamo sempre giocato bene e dobbiamo continuare così, il fattore casa è importante con alchimia tra pubblico squadra e società che non può che far bene a tutto il nostro ambiente. Tranne Marconi e Gori c’è stata molta alternanza nella rosa e i ragazzi sanno che da parte mia la fiducia c’è sempre.”

Giovanni Corrado

Siamo soddisfatti della partita e del risultato.  Sono contento per i ragazzi che lavorano sodo per serate come questa. L’Arena è importante ma in trasferta il pubblico non è mai mancato e speriamo di potergli dare una vittoria fuori casa al più presto. Riteniamo che il nostro organico sia un organico forte, bisogna rimanere equilibrati con i giudizi comunque ogni giornata perchè solo così potremo raggiungere l’obiettivo finale. Possiamo migliorarci costantemente ma non dobbiamo dare peso a due vittorie o sconfitte consecutive, sarebbe sbagliato a prescindere.”

Robert Gucher

Mi fa piacere che il Mister mi abbia rischierato da mezz’ala, per fortuna è andata bene e la cosa più importante è aver vinto. Poi davanti con un fenomeno come Marconi è tutto più facile, sul primo gol sembrava che avesse un piede al posto della testa. Sono cose che proviamo in allenamento e i cross per la nostra squadra possono essere un’arma importante, in Serie B sfruttare le occasioni che ti capitano è fondamentale. Anche stasera si sono affrontate due squadre tra cui poteva succedere di tutto in campo, se loro sono a 22 punti si vede che hanno qualità e che lo meritano, il 2° posto che hanno loro non è casuale. Si vede che noi oggi siamo stati più bravi e sopratutto cinici e abbiamo meritato la vittoria”.

Samuele Birindelli

Il Mister chiede sempre di marcare stretto sui palloni vaganti e sul secondo gol sono stato bravo e fortunato ad anticipare il loro attaccante per far poi ripartire l’azione del gol del 2-0. Livorno è stato un dispiacere enorme, sia i ragazzi che il mister mi hanno fatto sentire sempre uno di loro senza mai escludersi o arrabbiarsi eccessivamente, penso che la forza del gruppo si veda in ogni partita. Da una parte se vediamo che attacchiamo meglio rispetto all’altra come oggi è giusto continuare a portare il pallone su quel lato per provare a fare male all’avversario sia che si giochi a 3 o a 4 dietro. Oggi siamo stati bravi ed equilibrati”.