Il Tuttocuoio con molto orgoglio e carattere riesce a portare a casa un meritato pareggio nella gara interna contro l’Aquila Montevarchi, rimontando per due volte lo svantaggio avversario giocando per oltre 40 minuti in inferiorità numerica. I valdarnesi dal canto loro dopo aver perso domenica contro il Bastia, gettano alle ortiche altri punti che gli avrebbero permesso di portarsi in zona playoff oltre a guadagnare un ulteriore margine sulla zona playout. Dal canto suo i neroverdi vedono gli spareggi sempre come una chimera, viste le dieci lunghezze di margine proprio dagli umbri, anche se nelle ultime due prestazioni hanno dimostrato di esserci, il dovere è provarci fino alla fine. In cronaca Tazzioli si affida al 4-4-2 facendo a meno degli infortunati Fino e Pedalino, Gautieri, Visibelli, Russo e Bertolucci in difesa a protezione di Prisco. Molinari, Ercoli, Wagner e Chiti in mediana con Speziale e Benericetti in avanti. Sull’altra sponda i rossoblù in campo con il 4-3-3, dove Achy, Bernardini, Zini e Martinelli a presidiare la linea difensiva a protezione di Benassi, Lischi, Amatucci e Biasci in mediana a mettere in movimento il tridente composto da Donati, Giustarini ed Essoussi. Proprio l’esperto attaccante marocchino si rende pericoloso al 7′ il suo tiro si perde alto. Passano tre minuti e l’arbitro comanda agli ospiti un rigore per fallo commesso da Prisco proprio sul classe ’84. Dagli undici metri è mortifero Essoussi nonostante Prisco avesse intuito la sfera. Chi crede ad una gara in discesa per “l’Aquila” si sbaglia anche se è ancora la formazione di Malotti (squalificato al suo posto Coppi) si rende pericolosa con una sventola di Giustarini a lato. Il Tuttocuoio c’è e lo dimostra al 22′ con Visibelli abile a raccogliere la punizione di Speziale spedendo la sfera sul palo prima di infilarsi alle spalle di Benassi. E’ ancora Essoussi a far paura, al 25′ da buona posizione calcia alto, poco dopo stessa sorte per la conclusione di Lischi con palla che non inquadra la porta. Prisco costretto agli straordinari poco dopo per disinnescare una conclusione di Giustarini ben innescato da Biagi. Ad inizio ripresa l’Aquila Montevarchi continua a spingere, sfiorando il raddoppio con il solito Giustarini: il suo tiro trova Prisco alla respinta in due tempi. 60” secondi dopo la rete ospite arriva con Biagi con un tiro da fuori area angolato dove Prisco non riesce ad intervenire. La strada appare in salita per la truppa di Tazzioli, anche perchè poco dopo i neroverdi rimangono in dieci per un espulsione ai più apparsa eccessiva di Ercoli per un fallo nella metà campo avversaria. Il Tuttocuoio ha il merito di non perdersi d’animo e perdere le distanze come avvenuto in molte altre partite, tuttavia gli ospiti potrebbero chiudere la gara alla mezz’ora con Lischi, il suo tiro trova l’opposizione di Prisco. I ponteegolesi gettano il cuore oltre l’ostacolo firmando l’insperato pareggio al 81′ sponda di Visibelli a cercare Mella che di testa mette a segno il 2-2. Il forcing valdarnese produce soltanto un colpo di testa Gistri neutralizzato dall’ottimo Prisco.

TUTTOCUOIO                 2
AQUILA MONTEVARCHI 2
TUTTOCUOIO (4-4-2): Prisco; Gautieri, Visibelli, Russo (19′ st Segantini), Bertolucci; Molinaro (24′ st Mella), Ercoli, Wagner, Chiti (16′ st Diolaiti); Benericetti (11′ st De Carlo), Speziale. A disp: Giannangeli, Muratore, Lepri, Biagioni. All. Tazzioli.
AQUILA MONTEVARCHI (4-3-3): Benassi; Achy, Bernardini, Zini, Martinelli; Lischi (40′ st Fofi), Amatucci, Biagi (46′ st Camarlinghi); Donati (1′ st Gistri), Giustarini, Essoussi. A disp: Pellegrini, Cavallini, Bagnai, Donatini, Mannella, Mosti. All. Coppi (Malotti squalificato)
Arbitro: Palumbo di Bari.
Reti: 13′ pt rig. Essoussi, 22′ pt Visibelli; st 3′ Biagi, 36′ Mella.
Note: espulso Ercoli al 4′ st (gioco falloso); ammoniti Prisco, Lischi, Wagner, Biagi, Zini; angoli 2-6. Spettatori 100 circa.