Il Sindaco di Pisa Michele Conti è intervenuto nel corso dei saluti iniziali che hanno preceduto l’evento “Musica e Scienza al tempo di Galileo” in programma stamattina alla Cittadella Galileiana, uno degli appuntamenti del ricco calendario con cui Pisa rende omaggio al grande scienziato Galileo Galilei:

«Buon Compleanno Galileo. Dopo l’edizione dello scorso anno, la prima in cui Pisa festeggiava la nascita del grande scienziato che ha rivoluzionato il mondo con le sue idee, si rinnova l’appuntamento con un grande cartellone di eventi che si sviluppa nei luoghi più importanti della città per rendere omaggio a uno dei suoi figli più illustri. Tante occasioni per conoscere aspetti noti e meno noti di Galileo, che a Pisa visse gli anni della formazione.

Ma il nostro omaggio a Galilei non si esaurisce con queste quattro giornate: fra qualche settimana inaugureremo una grande scultura bronzea raffigurante lo scienziato pisano che verrà temporaneamente posizionata in Largo Ciro Menotti, a pochi passi dalla sua casa natale e successivamente, in modo permanente, alla Cittadella Galileiana, luogo simbolo dei saperi scientifico-tecnologici e di conservazione della storia della scienza grazie alla presenza del Museo degli Strumenti di Fisica, della Ludoteca Scientifica e del Museo degli Strumenti per il Calcolo. Cittadella Galileiana che potrebbe accogliere anche la Domus Galileiana, in spazi idonei alla fruizione di cittadini, studenti e turisti.

Ringrazio tutti i soggetti che con l’amministrazione hanno organizzato questo corposo programma, in particolare l’Università di Pisa, ma anche Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna, Sistema Museale d’Ateneo e tutte le singole realtà che hanno dato un contributo fondamentale per garantire qualità a ogni evento. Quando tutte le intelligenze della città si mettono al lavoro insieme, le cose accadono. Si potrebbe dire “Eppur si muove” Pisa, come nel caso delle Giornate Galileiane o della più recente candidatura della nostra città a Capitale italiana della cultura, occasioni in cui si sono riunite intorno a un tavolo tutte le realtà cittadine per progettare insieme, in maniera coordinata, il futuro della nostra città».