Per circa un’ora hanno suonato dolcemente o imperiosamente, in base alla partitura, brani tratti da Beethoven, Brahms e Rachmaninoff, regalando a tutti, visitatori e personale sanitario del monoblocco dell’ospedale di Cisanello, una bellissima atmosfera come solo la grande musica suonata da musicisti professionisti sa fare.

E infatti lo scopo del concerto di Maurizio Baglini, pianista, e della violoncellista Silvia Chiesa, due nomi della musica classica che vantano una grande carriera come solisti e dal 2006 formano un duo con oltre 250 concerti all’attivo, era proprio “donare musica”, nello spirito del progetto ormai avviato in ospedale da alcuni anni in collaborazione con la sezione pisana dei “Donatori di musica”, che prevede concerti a beneficio dei pazienti e degli operatori sanitari proprio per alleggerire il peso, a volte notevole, delle cure. L’esperienza emotiva e umana dell’ascolto della musica dal vivo è infatti un diritto di tutti. Proprio quest’idea anima il progetto dell’associazione, una rete di musicisti, medici e volontari, nata nel 2009 per realizzare stagioni di concerti negli ospedali e che a Pisa è riuscita a raccogliere fondi, durante il primo concerto del maestro Baglini al teatro Verdi nel maggio del 2016, per acquistare il pianoforte in dotazione nella sala appositamente allestita al piano terra del Centro Senologico (Edificio 6) al Santa Chiara.

In questi anni sono stati numerosi i concerti tenutisi in quella sala mentre a Cisanello si tratta della seconda esperienza. Stavolta il pianoforte è stato trasportato e posizionato nei pressi della sala d’attesa dell’Endocrinologia, uno snodo sempre molto trafficato dai flussi dei visitatori, proprio per catturare con la musica classica quante più persone possibili. E così è stato, un grande successo che sia i musicisti che la Direzione aziendale si sono ripromessi di replicare quanto prima.