Presentato martedì scorso un nuovo, importante progetto intitolato IL CERCHIO DI RAFFAELE.

Progetto dedicato ad un nuovo doposcuola per ragazzi e ragazze della Scuola media N. Mandela di San Giuliano Terme. Doposcuola che sarà attivato grazie a volontarie e volontari della Pubblica Assistenza S.R. Pisa in particolare afferenti alla Sezione di San Giuliano Terme.
È bene precisare che il progetto si avvia di concerto con l’Istituto Comprensivo G. Niccolini di SGT; Istituto che individuerà – come previsto – i ragazzi che hanno bisogno di un supporto, di un supporto formativo ma anche di umana solidarietà e vicinanza.
Questo progetto estende un importante attività che già l’Associazione sta svolgendo da un decennio in stretto rapporto con l’Istituto Comprensivo L. Gereschi di Pontasserchio, parliamo del “Progetto IL CERCHIO DI MATTIA”.
Pensiamo non sia banale riuscire ad attivare nuove attività sociali, assumersi nuovi impegni in questo tempo, in questa stagione così complessa e apparentemente votata a egoismi, sovranismi, ecc.
Segnaliamo che questo nuovo progetto ha la fattiva attenzione del Comune di San Giuliano Terme e di questo ringraziamo il Sindaco Di Maio; progetto che fruirà – come già il “MATTIA” del supporto tecnico, della collaborazione di esperti Counselor scolastici della Cooperativa Arnèra che, da un ventennio, già è attiva sul territorio e nelle scuole dei due Istituti Comprensivi con il progetto La Zattera, un progetto ideato ed attivato da questo Comune.
Grazie alla collaborazione dei volontari della Sezione di San Giuliano Terme, metteremo a disposizione anche un servizio speciale di trasporto pomeridiano da e per la Scuola. Scuola che ospiterà questo nuovo doposcuola. Infatti le sedi della Associazione in questa parte di territorio sangiulianese non hanno spazi utili da dedicare a queste nuove attività.
Però, grazie all’Istituto Comprensivo che ospiterà il doposcuola, e di questo ringraziamo il Dirigente Alessandro BENETTI, avviamo un servizio importante che, lo speriamo tutti, potrà dare una mano a ragazzi e ragazze in difficoltà. La nostra esperienza già maturata con il “MATTIA” ci lascia ampie speranze di buoni risultati. Infatti pressoché tutti i ragazzi e ragazze che lo hanno frequentato in questo decennio – oltre 150 – hanno ottenuto positivi risultati scolastici.

L’impegno dei volontari ha aiutato queste “speranze” della Comunità e tutti insieme abbiamo evitato significativi rischi di dispersione scolastica. In conclusione ci piace spendere due parole per spiegare il titolo del nuovo progetto. Il progetto che si attiva a San Giuliano è dedicato ad un nostro socio e volontario di recente deceduto qui a San Giuliano Terme.
Raffaele Rizza è stato persona buona, disponibile ed attenta alla sua comunità sia sul versante politico che su quello associativo e del volontariato. Raffaele fu un insegnante ed un vero “maestro” per tante generazioni di alunni e da questi tutt’oggi ricordato ed amato.
L’Associazione ed i volontari ancora se lo ricordano quando fu protagonista di uno sforzo imponente che facemmo per fare un “sondaggio sociale” mediante un questionario “somministrato” a soci e cittadini.
Raffaele si impegnò a lungo per riuscire a trarre dalle tante risposte avute, tutti gli aspetti più significativi.
Ci mise a disposizione la sua etica del lavoro e la precisione certosina che lo contraddistinguevano nel leggere, registrare, analizzare i risultati di quel lavoro che ci fecero riconoscere già allora (2006-7) “bisogni ed attese sociali” ancora latenti.
Raffaele apparteneva a quella categoria di persone che rendono credibili le idee (politiche e sociali) che professano e credibili gli obiettivi per cui spendersi.