Dopo la brutta sconfitta casalinga subita in rimonta contro il Venezia per i nerazzurri in sala stampa parlano Caracciolo, Moscardelli oltre al solito Mister D’Angelo con i tre protagonisti ovviamente apparsi molto giù di morale. Ecco di seguito le loro dichiarazioni rilasciate in sala stampa:

Davide Moscardelli

E’ mancata la precisione sotto porta, ci abbiamo provato, sicuramente è colpa nostra in questo periodo. Segniamo poco e non basta, mi dispiace molto, lo spirito è anche quello giusto, sicuramente poi è subentrato un po’ di timore. La classifica non la guardo, dobbiamo subito trovare rimedio a questo momento così già dalla prossima. La gente ci fa sentire il supporto e vogliamo con tutti noi stessi cambiare questo trend. Prendere gol subito dopo il pareggio ci sta capitando troppo spesso e da noia, alla fine penso che la reazione ci sia anche stata ma davanti alla porta bisogna essere molto più cattivi. L’episodio del rigore ci ha fatto girare il morale positivo dopo il vantaggio e anche questo aspetto di gestione dei momenti va migliorata.”

Antonio Caracciolo

Sono abituato a vedere il bicchiere mezzo pieno, la sconfitta fa male sicuramente, ma io non la vedo come una finale da cui non puoi più tornare indietro. Ci sono altre 13 partite e tanti punti in palio, bisogna rimboccarci le maniche e battere assolutamente il Perugia. Sul rigore vorrei rivedere l’episodio, è stato bravo Longo a prendersi il rigore ma vorrei rivederla meglio perchè al momento ho solo la percezione dal campo. Sul secondo gol Longo troppo solo e prendere così un gol a freddo ti cambia tutto sia a livello mentale che tattico, le cose che mi fanno pensare positivo ce ne sono tante. Gioco da tanti anni ma un affiatamento come a Pisa l’ho trovato da poche parti, dispiace per i risultati non positivi ma penso che possiamo conquistare l’obiettivo alla fine.”

Mister D’Angelo

Nel primo tempo abbiamo creato tanto e sbloccato meritatamente la gara. Come ci capita troppo spesso però abbiamo preso gol in maniera stupida così come ad inizio ripresa. Comincia a diventare un problema creare tanto e prendere gol subito. Il colpo è stato duro poi le occasioni almeno per pareggiarla le abbiamo avute ma in questo sport se non la butti dentro tutto il resto poi restan discorsi. Mentalmente il gol a freddo ci ha fatto male dopo aver giocato comunque un buon finale di primo tempo, le scorie di altre partite si sono anche viste e abbiamo sicuramente accusato, resta il fatto che negli ultimi 25′ il pareggio lo avremmo quantomeno meritato. Per mantenere la categoria dobbiamo essere diversi, segnare di più ed essere molto più accorti nella fase difensiva perchè anche oggi i gol subiti sono stati evitabili. Dobbiamo avere la testa di giocare come sappiamo ma bisogna difendere complessivamente molto meglio di quanto stiamo facendo. Il rigore mi dicono che ci fosse, quindi non si può dire nulla su questo, mi rammarica la sconfitta ed il fatto di aver sbagliato diversi gol fattibili e alla fine di aver segnato probabilmente nell’azione più difficile. Siamo arrivato bene sugli esterni nel primo tempo, meno bene nella ripresa, serviva più qualità nei cross e nell’attacco dell’area, abbiamo fatto peggio di altre volte su quello. Dobbiamo non pensare ai playout ma allo sforzo fatto per arrivare in questa categoria e ripartire da Lunedì con questo pensiero fisso, a livello di risultati non stiamo facendo bene ma sono ancora convinto che giocando come facciamo le vittorie le troveremo, non dobbiamo pensare di buttare tutto in mare solo per queste ultime partite.”