La stagione calcistica è fatta di molti momenti, questo per il Pontedera è quello di stringere i denti. Nelle ultime partite la truppa di Ivan Maraia ha palesato minor brillantezza, anche a causa delle numerose assenze principalmente per problemi di natura fisica. Nella gara in programma questo pomeriggio ore 17.30 allo stadio “Ettore Mannucci” i granata dovranno stringere i denti gettando il cuore oltre l’ostacolo, affrontando sicuramente la squadra più in forma del torneo in condizioni non ottimali.

Rientrano Benassai e Bernardini (il quali non avranno i 90′ minuti nelle gambe) e Piana dal turno di squalifica. Ancora assente Tommasini, per il quale bisognerà attendere la fine del mese per rivederlo in gruppo oltre a Caponi e Barba fermati dal giudice sportivo, come se non bastasse c’è da valutare le condizioni di Semprini non al meglio perchè debilitato da un attacco influenzale. Tuttavia il mister in settimana più volte ha ripetuto di non voler piangersi addosso, anzi queste problematiche deve spingere la squadra ha fornire una prestazione di spessore, mettendo sul rettangolo di gioco carattere e determinazione.

Le probabili formazioni

Pontedera (3-5-1-1): Sarri; Risaliti, Piana, Ropolo; Mezzoni, Pavan, Serena, Giuliani, Visconti; Bruzzo; De Cenco. A disp. Cardelli, Bianchi, Cicagna, Benassai, Danieli, Guidi, Salvi, Offidani, Bernardini, Balloni, Semprini. All. Maraia.

Giana Erminio (4-3-1-2): Leone; Madonna, Pirola, Perico, Solerio; Pinto, Dalla Bona, Piccoli; Greselin; Manconi, Perna. A disp. Acerbis, Marenco, Nolan, Montesano, Pedrini, Dueguet, Capano, Raja, Cortesi, Bellazzini, Corti. All. Albè

Arbitro: Filippo Giaccaglia di Jesi. (Marchetti/Tempestilli).