“Ripongo piena fiducia nell’assessore Gianluca Bertini e nell’operato della magistratura, sono convinto che sulla vicenda sarà fatta la massima chiarezza”. Non tarda ad arrivare il commento del sindaco di San Miniato Simone Giglioli, appresa la notizia della maxi operazione condotta dalla Guardia di Finanza in Toscana che ha visto coinvolto l’assessore Gianluca Bertini, in qualità di legale rappresentante dell’azienda Pallets Bertini Group.

Da quanto apparso sui giornali, l’accusa sarebbe quella di utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, niente a che vedere con il gruppo criminale finito al centro delle indagini, al quale viene invece contestato il reato di associazione per delinquere di stampo mafioso. “L’indagine ha un ampio spettro che interessa tutte le principali aziende toscane di pallets e quella del Bertini è tra le maggiori non solo su questo territorio ma in ambito regionale – precisa ancora il sindaco -. Sono sicuro che Gianluca Bertini e la sua azienda siano estranei ai fatti contestati. Insieme alla giunta saremo al fianco dell’assessore, certi che la giustizia, una volta fatto il suo corso in tempi rapidi, farà piena luce sulla vicenda”.