Il Sindaco di Calci, oltre a raccomandare la assoluta necessità di limitare ogni spostamento anche tra quelli consentiti, ha firmato un’ordinanza con cui ha disposto il DIVIETO ASSOLUTO DI ACCESSO ALL’AREA DEL MONTE SERRA e il DIVIETO ASSOLUTO DI SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’ COLLETTIVE IN AREA PUBBLICA O APERTA AL PUBBLICO.

Tali misure, al fine di contrastare e contenere la diffusione del Coronavirus, saranno in vigore fino alla fine dell’emergenza sanitaria attualmente in corso e prevedono:
1. Il rispetto di tutte le prescrizioni di sicurezza e prevenzione diffuse dalle autorità sanitarie preposte con particolare riguardo alla distanza interpersonale da mantenere nei contatti che non possono essere evitati anche in aree pubbliche o aperte al pubblico
2. Il divieto di assembramenti e l’obbligo di mantenere nell’espletamento delle attività consentite dal DPCM tutte le richiamate disposizioni di prevenzione ed in particolare la distanza interpersonale minima superiore al metro;
3. Il divieto di praticare qualsiasi attività in area pubblica o aperta al pubblico in maniera organizzata e collettiva in tutto il territorio comunale;
4. Il divieto di accedere all’area del Monte Serra. Da tale divieto sono esclusi mezzi e operatori delle forze di polizia, di protezione civile, di emergenza, di AIB, per la gestione del PAFR, i proprietari e gestori di strutture che debbano recarvisi per la verifica della funzionalità delle medesime, i soli residenti lungo la Via Provinciale del Monte Serra, e coloro che abbiano una motivazione consentita dal DPCM attestata con la apposita autocertificazione.

Il testo completo dell’ordinanza è pubblicato sull’albo pretorio del sito istituzionale del Comune di Calci.