“In questo momento così delicato, abbiamo deciso di attuare tutta una serie di misure che possano andare incontro il più possibile alle famiglie” – è la Sindaca Francesca Brogi ad annunciarlo riferendosi in particolare alle rette dei servizi scolastici. “Abbiamo deciso come Comune di congelare il pagamento delle rette relative a mensa e scuolabus per tutte le famiglie di Ponsacco che usufruiscono di questi servizi. Quindi, in buona sostanza, il mese di marzo non dovrà essere pagato.

Anche per quanto riguarda i bollettini relativi al mese di febbraio ed inviati prima dell’emergenza coronavirus che scadono il 21 marzo abbiamo deciso di prorogarne la scadenza fino al prossimo 21 aprile 2020 o comunque oltre il termine della cessazione dell’emergenza sanitaria, in modo da dare a tutti la possibilità di pagare in sicurezza senza mora o interessi aggiuntivi”.

Questa è la scelta dell’Amministrazione ponsacchina per venire in aiuto delle famiglie con figli, che potrebbero trovarsi in difficoltà economica a causa dell’emergenza Covid-19. I bollettini relativi al mese di Marzo 2020 per mensa e scuolabus, dunque, non verranno emessi, mentre per quelli di febbraio la scadenza è posticipata alla fine dell’emergenza sanitaria.

Per quanto riguarda le rette degli asili nido, il Comune continuerà a garantire l’erogazione dei buoni servizio alle famiglie, nonostante l’attuale chiusura dei nidi medesimi. Allo stesso modo, capiremo insieme alla Regione e allo Stato quali altre misure potranno essere prese a sostegno sia delle famiglie che dei nidi per andare incontro alle loro esigenze in un momento di particolare difficoltà.