Anche il mercato di Calci è ripartito, per ora solo con gli alimentari. Una ripartenza difficile che ci ha visto lavorare duramente per ottenere il via libera dall’amministrazione comunale, contribuendo in prima persona alla disposizione dei banchi in totale sicurezza per clienti e operatori. Una prova generale per la riapertura di tutti i settori merceologici che ci auguriamo possa avvenire dal 18”. E’ Roberto Luppichini, presidente pisano del sindacato ambulanti Anva Confesercenti, ad esprimere soddisfazione per un nuovo mercato che riparte in provincia di Pisa. “I mercati alimentari a dire il vero non avevano mai avuto divieti di apertura – spiega Luppichini – ma nella quasi totalità dei territori i sindaci, in molti casi su sollecitazione dei prefetti, avevano scelto la chiusura per evitare rischio assembramenti. Noi ci siamo battuti affinchè, almeno questi ambulanti, potessero tornare a lavorare. Ci siamo riusciti predisponendo in prima persona con gli uffici comunali, planimetrie e protocolli di sicurezza”. Percorso avvenuto anche a Calci. Ancora il presidente Anva: “Il mercato alimentare a Calci, in piazza Cavallotti, riparte in piena sicurezza. Abbiamo gestito la disposizione dei banchi per garantire il distanziamento, gli operatori hanno messo in atto tutti i protocolli di sicurezza a cominciare dai dispositivi di protezione. Anche gli ingressi sono gestiti grazie alla collaborazione con una associazione di volontariato”. La conclusione di Roberto Luppichini: “Questo percorso è fondamentale anche per la riapertura dei mercati a tutte le categorie. Siamo impegnati in prima persona a livello regionale per predisporre protocolli per la fase 2 che non penalizzino la categoria già in ginocchio da due mesi di chiusura totale. Sicuramente non accetteremo ingressi contingentati o ipotesi fantasiose di spostamento o sdoppiamento dei mercati”.