Pedonalizzare il lungomare per tutta l’estate”. E’ questa la decisione del direttivo di Confcommercio Marina di Pisa, annunciata dalla presidente Barbara Benvenuti, scritta nero su bianco in una lettera indirizzata a sindaco di Pisa Michele Conti e all’assessore al commercio Paolo Pesciatini.

Ora come ora c’è fortissima la necessità di ripartire dal litorale pisano come elemento di punta per il turismo di tutta la città. Occorre procedere a tappe serrate per la riqualificazione di un tratto di costa affacciato direttamente sul mare, senza ostacoli di sorta e con una vista straordinaria. La nostra richiesta all’amministrazione comunale è quella di una pedonalizzazione di tutto il lungomare, nel tratto compreso tra piazza delle Baleari, lungo via della Repubblica fino all’altezza della rotonda del Bagno Foresta, dal 1 giugno fino al prossimo 15 settembre. La richiesta risponde contemporaneamente ad una serie di interessi molteplici: da un lato, un rilancio opportuno per negozi e locali della passeggiata, con la possibilità di ampliare suolo pubblico e offrire un servizio sicuro per i clienti e sufficientemente remunerativo per le stesse attività. Dall’altro lato, per agevolare, incentivare e promuovere una fruizione sicuramente più gratificante di tutto il tratto di costa interessato. Non possiamo dimenticare che il diffondersi del Covid ha letteralmente stravolto i comportamenti consolidati e che partendo da una straordinaria difficoltà, ci richiama tutti alla sfida di un nuovo modello di promozione turistica e di valorizzazione sostenibile di questo straordinario paesaggio. E noi imprenditori di marina di Pisa siamo pronti a cogliere questa sfida fino in fondo”.

Via libera alla pedonalizzazione anche da parte del direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli: “Supportiamo gli imprenditori del litorale in questa richiesta che ci appare piena di buonsenso e perfettamente in sintonia con il tempo drammatico e straordinario e con le esigenze che le imprese in particolare della ricettività e del turismo si trovano già adesso ad affrontare. Rispondere alle loro esigenze, soprattutto se vanno in direzione di maggiore vivibilità e all’insegna della qualità, è un compito al quale siamo sicuri che l’amministrazione comunale, come già dimostrato altre volte, non si sottrarrà in alcun modo”.