I soldi della Regione Toscana per interventi di bonifica dell’amianto sono un fattore molto positivo – ha affermato il consigliere regionale Pd Andrea Pieroni – e strutture pubbliche del nostro territorio potranno trarne beneficio”.

Lo stanziamento regionale è di oltre 10 milioni di euro in Toscana e riguarderà edifici scolastici e ospedali, 2 milioni e 630mila euro sono destinati a livello regionale ad interventi su 54 scuole e 7 milioni e 440mila euro ad interventi su 18 ospedali, la maggior parte da iniziare, alcuni in corso.

La questione della sicurezza dei cittadini, in questi casi di quelli più giovani in età scolare, oltre che dei lavoratori che giornalmente passano il tempo nelle strutture scolastiche e sanitarie, insieme a pazienti ed utenti, sono un aspetto prioritario”, ha proseguito il consigliere Pieroni.
Attenzione quella sull’amianto che è passata in questa legislatura dal Consiglio regionale, grazie all’approvazione di linee guida che contengono i criteri per la rimozione e lo smaltimento di materiali provenienti anche da utenze domestiche.

Finanziamenti
Per progetti esecutivi: materna Sandro Pertini e materna Montebianco di Pisa
Per progetti definitivi: scuola secondaria di primo grado Antonio Pacinotti e scuola primaria Giovanni Pascoli di Pontedera
Per progetti di fattibilità tecnico-economica: Itcg “Enrico Fermi” (edificio nord) e il liceo “Eugenio Montale” (sede via Puccini) a Pontedera,  la palestra scolastica in via Boni a Casciana Terme-Lari, la scuola primaria “Giuseppe Giusti” di Ponsacco.

Gli interventi che inizieranno su strutture sanitarie in provincia: presidio ospedaliero di Volterra e il distretto della Società della salute di via Saragat a Pisa.