“Dopo 20 anni la rassegna che allietava le serate pisane gestita dal Cineclub Arsenale rischia di non svolgersi per problemi burocratici e di ‘non scelte’ organizzative comunali. La troviamo una notizia gravissima e l’ennesimo schiaffo che viene inopinatamente dato alla nostra città, alla sua storia e alla sua cultura. Non possiamo tacere né rassegnarci di fronte a una amministrazione che, evidentemente, non è capace nemmeno di tutelare le tante cose buone che ha ricevuto in eredità. Non pretendiamo che possa creare nuove occasioni di sviluppo e promozione per Pisa, ma sarebbe bello se almeno smettesse di impoverirla pezzetto per pezzetto”.

Così il consigliere regionale PD Antonio Mazzeo e il capogruppo Dem in Consiglio Comunale Matteo Trapani commentano la notizia che la rassegna di cinema estivo al Giardino Scotto potrebbe saltare.

“Per il mondo della cultura, la giunta pisana rischia di fare ancora più danni del Covid19, non che la cosa ci stupisca dato che son sempre gli stessi che dicevano per bocca di Tremonti che ‘con la cultura non si mangia’. Però ora stanno riuscendo nell’impresa di desertificare culturalmente una città come Pisa e questo non lo riteniamo davvero accettabile. Ci muoveremo in tutte le sedi per scongiurare questo rischio e chiederemo intanto che la Regione faccia la sua parte per sostenere le imprese culturali che sono tra quelle che stanno sostenendo maggiormente il peso della crisi post pandemia”.