“Vicini un metro” è il titolo dell’iniziativa organizzata dall’Amministrazione Comunale per l’ultimo giorno di scuola. Un’ora per salutarsi insieme seppur a distanza, questo è il senso dell’iniziativa che abbiamo organizzato nei giorni 8 e 9 giugno e 1 luglio per fare incontrare le bambine e i bambini, le ragazze e i ragazzi di tutte le ultime classi di ogni ciclo scolastico del nostro Istituto Comprensivo. “Abbiamo pensato che alla fine di questo tormentato anno scolastico fosse doveroso mettere a disposizione di tutte le ultime classi un po’ di tempo per salutarsi in sicurezza, almeno per chi non si ritroverà a settembre, ma inizierà un nuovo percorso con nuovi compagni di scuola e nuovi insegnanti” così il Sindaco Giulia Deidda spiega la manifestazione che si terrà in tre giorni a Santa Croce sull’Arno e a Staffoli. Lunedì 8 e martedì 9 giugno, ultimi giorni di scuola dell’anno scolastico 2019/20, in Piazza del Popolo, per gli alunni dei plessi di Santa Croce sull’Arno, e al Parco della Rimembranza, per quelli di Staffoli, si alterneranno le classi terze della scuole dell’infanzia e le classi quinte della scuole primarie; saranno divisi per classi e ogni classe avrà a disposizione un’ora di tempo per rivedersi e salutarsi insieme agli insegnanti che vorranno essere presenti, tutto rigorosamente all’aperto e mantenendo la distanza di sicurezza di un metro. “Ci sembrava giusto mettere a disposizione i nostri uffici comunali per organizzare questo piccolo, ma importante saluto e abbiamo trovato la disponibilità e la collaborazione del dirigente Alessandro Imperatrice che fin da subito ha dato la disponibilità dell’Istituto Comprensivo nel sospendere la didattica a distanza per due giorni per permettere ai bambini, ai ragazzi e agli insegnanti di poter prendere parte a questo saluto finale. Abbiamo rimandato al 1 luglio l’incontro delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, per permettere loro di finire senza distrazioni il già complesso nuovo meccanismo dell’esame finale” aggiunge l’assessore Elisa Bertelli. “Siamo consapevoli che un’ora per salutarsi a distanza non sia sufficiente per recuperare tutto l’aspetto della socializzazione e dell’interazione che si è bruscamente interrotto il 5 di marzo” dichiara il dirigente Alessandro Imperatrice “ma ringrazio l’Amministrazione Comunale per questa opportunità, perché ci permette comunque di terminare, guardandoci negli occhi e ascoltando le nostre voci, un anno scolastico complesso che abbiamo portato in fondo nel migliore dei modi possibili utilizzando tutte le nostre energie”.

Aggiunge il Sindaco: “Siamo fiduciosi che questa iniziativa possa rispondere alle aspettative delle famiglie e della scuola, ma soprattutto dei bambini e dei ragazzi che in questi mesi sono stati privati davvero di troppo. Si tratta di un piccolo impegno per noi ma di una grande opportunità per tutti loro. La sfida adesso è lavorare perché a settembre possa iniziare un nuovo anno scolastico in presenza. Aspettando linee guida più chiare da parte del governo, siamo comunque già al lavoro per dare tutto il nostro supporto all’Istituto Comprensivo; ci aspettiamo un’estate intensa, ma sono sicura che alla fine, insieme, riusciremo a trovare le strategie per mettere fine a questa assenza forzata e innaturale da scuola”.