Ammonta a 65 mila euro la spesa dedicata dall’amministrazione comunale per l’adeguamento alle norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica.
Sono, nel dettaglio, 19 gli edifici scolastici interessati da questo intervento, che è stato approvato in due tranche dalla Giunta comunale nelle ultime due sedute di maggio: la prima, da 49 mila euro, riguarda gli edifici che devono sottostare al decreto del Presidente della Repubblica numero 151 del 2011 in materia di prevenzione incendi nelle scuole.
La seconda, che ammonta a 16 mila euro, è dedicata agli edifici non soggetti agli adempimenti del dpr.
I lavori avranno luogo entro il 2020.
Prima parte:
– Scuola materna di Ghezzano: 2.486 euro
– Scuola elementare di Asciano: 72: 3.688 euro
– Scuola elementare di Ghezzano: 2.283 euro
– Scuola elementare di Madonna dell’Acqua: 3.002 euro
– Scuola elementare di Metato: 1.379 euro
– Scuola elementare di Pappiana: 1.409 euro
– Scuola elementare di Pontasserchio: 3.830 euro
– Scuola elementare di San Giuliano Terme: 751 euro
– Scuola media di San Giuliano Terme: 18.436 euro
Seconda parte:
– Scuola materna di Agnano: 1.464 euro
– Scuola materna di Asciano: 1.338 euro
– Scuola materna di Campo: 1.482 euro
– Scuola materna di Colognole: 1.484 euro
– Scuola materna di Gello: 2.241 euro
– Scuola materna di Pugnano: 1.557 euro
– Scuola materna di San Martino a Ulmiano: 1.305 euro
– Scuola materna di Sant’Andrea in Pescaiola: 642 euro
– Scuola materna di Arena-Metato: 234 euro
– Centro gioco educativo “La casa degli orsi”, Sant’Andrea in Pescaiola: 279 euro
Per quanto riguarda gli interventi per la messa in sicurezza degli edifici scolastici troviamo:


– Scuola elementare di Metato: sostituzione di 123 infissi, di cui 3 porte “tagliafuoco” e 4 con maniglione antipanico che completeranno la certificazione antincendio grazie alla quale a settembre i turni mensa torneranno a essere due e non più tre.


– Asilo nido di Ghezzano: rifacimento della copertura del tetto. Nel dettaglio: rimozione della ghiaia e dei pannelli d’isolamento attualmente posizionati sulla copertura, ormai obsoleti, e la nuova realizzazione dell’impermeabilizzazione, per mezzo della posa di pannelli isolanti, calcestruzzo e uno strato di guaina bituminosa.

– Scuola media di San Giuliano Terme, frazione capoluogo: eliminate le infiltrazioni nel tetto.


– Scuola elementare di Mezzana: i lavori di rifacimento del tetto potranno avere luogo durante il periodo estivo. Una volta completati, saranno riqualificati il giardino e il resede scolastico.


– Scuola materna di Asciano: sempre approfittando del periodo di chiusura estiva, saranno riqualificati il giardino e il resede scolastico.
Ripartono anche gli investimenti nel mondo scuola – afferma l’assessora all’istruzione Lara Ceccarelli –. L’emergenza Coronavirus ha rallentato tutto, ma abbiamo intenzione di riprendere con gli investimenti anche in questo campo, approfittando della pausa forzata: l’adeguamento antincendio va portato avanti e completato ed è nostra intenzione terminare il prima possibile. Poi riprenderanno anche gli investimenti sulla manutenzione e per proseguire l’opera di miglioramento delle strutture.
Per quanto riguarda l’emergenza sanitaria, ricordiamo anche i nostri interventi sul mondo scuola: oltre allo stop del pagamento delle rette di nidi, mensa e trasporti scolastici, il Comune di San Giuliano Terme ha avviato due iniziative per la didattica a distanza: un servizio gratuito di assistenza informatica online realizzato dall’associazione Hacking Labs e un aiuto logistico rivolto ai due istituti comprensivi del territorio sulla raccolta e distribuzione di materiale cartaceo e informatico, acquistato con il contributo per la didattica a distanza concesso dal ministero della Pubblica Istruzione, alle famiglie del territorio a opera dell’associazione SAVA (Squadra Antincendio Volontari Asciano) coordinata da Gabriele Salvadori della Protezione Civile di San Giuliano Terme“.