Uno sconto sulla Tari per le utenze non domestiche, sulla base delle chiusure imposte dall’emergenza sanitaria del Covid 19. Questo il senso del documento sulle agevolazioni delle tariffe dei rifiuti approvate nello scorso consiglio comunale (del 29 giugno) con 13 voti favorevoli (PD, Uniti si può, Riformisti per San Miniato e Comitato Cambiamenti) e 3 astenuti (Lega), assente Forza Italia. “Il Comune di San Miniato ha approvato uno sconto sulla parte variabile della tariffa a quelle categorie di utenze non domestiche maggiormente colpite dall’emergenza sanitaria Covid-19: sono state adottate riduzioni percentuali fino al 35% della tariffa – spiega l’assessore al bilancio Gianluca Bertini -, in base all’impatto che il lockdown ha avuto sulle attività, una riduzione che comporta per il Comune un esborso di 211mila euro“. 
Nei primi mesi dell’anno è stata sospesa la bollettazione della Tari. La prima bolletta di acconto, che già comprende le riduzioni concesse, verrà emessa nel mese di luglio con scadenza 31 luglio – 30 settembre. Il saldo sarà emesso a ottobre con scadenza 31 ottobre e 31 dicembre 2020. Ma le agevolazioni riguardano anche le utenze domestiche, sulla base dei criteri già previsti per il bonus sociale elettrico, gas e idrico. Per questa misura il Comune ha stanziato 20mila euro di risorse proprie con i quali finanziare riduzioni del 30% dell’intera bolletta. Nelle prossime settimane sarà pubblicato, sul sito del Comune (www.comune.san-miniato.pi.it), un bando al quale sarà necessario partecipare per poter richiedere il bonus.
“Insieme ai nostri uffici e con un percorso condiviso che ha coinvolto il consiglio comunale e le associazioni di categoria, abbiamo stilato un elenco di categorie economiche alle quali applicare una riduzione tariffaria a seguito degli effetti negativi prodotti dall’emergenza sanitaria – dichiara il sindaco di San Miniato Simone Giglioli -. Il lavoro che abbiamo fatto è stato puntuale, proprio per cercare di dare un aiuto importante e mirato a quelle categorie che hanno subito danni maggiori a causa del lockdown e che adesso stanno faticosamente tentando di ripartire. L’impegno economico messo in campo dal Comune per andare a copertura della tariffa, è sostanziale: si tratta di una scelta politica precisa e ragionata che va nella direzione di sostenere le attività del nostro territorio e le famiglie più in difficoltà. Avevamo annunciato che stavamo lavorando a misure importanti e le agevolazioni sulla Tari sono sicuramente una di queste, comprese alcune modifiche migliorative al regolamento comunale”.
Da lunedì 13 luglio lo sportello  TARI, nonché quello di riscossione dell’imposta di pubblicità e pubbliche affissioni gestiti da Abaco si sposterà da Piazza del Bastione a San Miniato agli uffici di via Ferrari, 7 a Ponte a Egola (di fianco all’ufficio anagrafe), con apertura al pubblico, ancora su appuntamento stante il protrarsi del periodo di emergenza sanitaria (info: 0571.406880 – 406881- 406882 – sanminiato.pubblicita@abacospa.it)