E poi, question time, interpellanze, interrogazioni e mozioni

Domani, martedì 30 Settembre, dalle 14,30, presso la Sala Delle Baleari, nuova seduta del Consiglio Comunale. Diretta streaming. Al centro della discussione dei consiglieri comunali ci sarà, oltre al Regolamento per la gestione degli alloggi di Edilizia residenziale Pubblica e alcune modifiche al piano delle alienazioni, il via libera al Regolamento per il Garante dei diritti degli animali. Questa nuova figura di Garante affiancherà altre due figure di Garante già previste dallo Statuto comunale e cioè il Garante per i diritti della persona disabile e il Garante per i diritti delle persone private della libertà personale.

Per quanto riguarda questa nuova figura di Garante, secondo questo Regolamento in discussione domani, la carica durerà “per tutta la consiliatura durante la quale viene eletto” e non percepirà “alcuna indennità o compenso, svolgendo la sua attività a titolo completamente gratuito”. Per quanto riguarda i compiti ricordiamo quello di “ricevere le segnalazioni e i reclami di chiunque venga a conoscenza di atti o comportamenti lesivi dei diritti degli animali”, quello di “denunciare o segnalare all’Autorità Giudiziaria fatti o comportamenti, relativi agli animali, configurabili come reati”, e quello, infine, di “promuovere campagne di sensibilizzazione e di informazione in materia di tutela dei diritti degli animali e l’educazione dei cittadini a un corretto rapporto tra l’uomo e gli altri animali, al precipuo scopo di prevenire l’abbandono degli animali domestici e per incentivarne le adozioni” .

Il Garante dei diritti degli animali, infine, dovrà “predisporre annualmente una relazione sull’attività svolta e sulle condizioni degli animali nel territorio comunale, da presentare al Consiglio comunale entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello cui detta relazione si riferisce”.

Secondo il report “Animali in città” di Legambiente, presentato a dicembre scorso a Napoli, dove Legambiente ha confrontato i dati pervenuti dalla anagrafi regionali con quelli arrivati dalle Amministrazioni Comunali e aziende sanitarie locali, dalle anagrafi cani sarebbero 11 milioni e 630 mila, stando invece all’altra rilevazione il numero risulterebbe salire a 27 milioni: un cane ogni 2,21 abitanti. L’anagrafe registra anche 602.421 gatti ufficialmente censiti ma le stima parlano di oltre due milioni. Parlando di contenimento del randagismo, soli il 13 percento cento dei Comuni ha promosso campagne di sterilizzazione dei cani e solo il 16 per cento delle città – tra cui Pisa – dichiara di possedere un canile sanitario.