La grande prova di carattere e di coesione che ha portato alla meritata vittoria dei nerazzurri per 3 a 0 fuori casa contro il Lecce è stato il segnale di ripresa che tutti si aspettavano e che fa ben sperare dopo l’andamento non sempre soddisfacente in questo inizio di stagione.

Lo storico risultato riportato in terra pugliese, infatti, non rappresenta solo la prima vittoria del Pisa Sporting Club allo stadio Via del Mare, ma è anche la conferma che all’interno del club c’è voglia di giocare e di raggiungere traguardi importanti in questo campionato di Serie B. La squadra sembra decisa a superare le difficoltà. Eppure, il torneo è ancora lungo e le grandi aspettative che si erano create a inizio stagione, in seguito a innesti importanti come quello di Simone Palombi (in prestito dalla Lazio), rischiano di trasformarsi in frustrazione se, alla ripresa della competizione dopo la pausa natalizia, non ci sarà una conferma di questo cambio di passo.

Continua il silenzio stampa, nonostante le buone prestazioni in campo

“Con umiltà, fame e cattiveria possiamo fare di tutto”. Con queste parole capitan Robert Gucher, a segno ancora una volta conto il Lecce, ha commentato il rotondo risultato dell’incontro. Dal canto suo, anche la società si è mostrata molto soddisfatta sui propri profili social, enfatizzando l’unione del gruppo allenato da Luca D’Angelo. Ciò nonostante, il club ha di nuovo evitato qualunque contatto post partita con i giornalisti, continuando così il silenzio stampa iniziato dopo la vittoria ottenuta in casa contro l’Ascoli per 2 a 1, nel recupero della 7a giornata di campionato, e proseguito anche dopo la vittoria contro il Pordenone.

La decisione di non rilasciare dichiarazioni dopo gli incontri era apparsa fin dal primo momento inaspettata, visti i buoni risultati ottenuti sul campo. Molti osservatori considerano questa decisione come una mancanza di rispetto nei confronti sia dei giornalisti che dei tifosi. Secondo altri, invece, è perfettamente comprensibile che la società, in un momento così delicato per la classifica, che vede attualmente il Pisa fuori dalla zona playoff, preferisca non rispondere a domande potenzialmente insidiose, soprattutto quelle riguardanti i singoli giocatori, tenendo conto che diversi contratti sono in scadenza e che si potrebbero alimentare eventuali polemiche che potrebbero minare l’affiatamento della squadra. Anche i pronostici degli esperti, infatti, riflettono le difficoltà che i nerazzurri stanno attraversando in questo momento. Per la partita fuori casa contro il Cosenza, valida per la 15a giornata del torneo, per esempio, le quote sportive di Betway del 22 dicembre davano favoriti i calabresi all’1,83.

Pronostici e possibili traguardi di stagione

Attualmente, il Pisa non è l’unico club a mostrare qualche incertezza dal punto di vista della continuità. Rispetto alle attese dei pronostici, infatti, in questa prima parte di stagione stiamo assistendo a diverse sorprese. Alcune squadre che a inizio campionato venivano date per favorite alla promozione, sono ora chiaramente in sofferenza. Prima fra tutte il Monza, il nuovo, ambizioso progetto di Berlusconi e Galliani, consolidato a livello finanziario da un importante accordo commerciale con lo sponsor WITHU.

I biancorossi, che erano considerati da tutti come i grandi favoriti per la corsa alla Serie A, si trovano in questo momento ancora in zona playoff per un solo punto, a diverse posizioni di distanza dalle capofila Empoli e Salernitana. Qualche settimana fa, si era parlato perfino di un possibile esonero del CT Christian Brocchi. Non c’è dubbio che il club biancorosso resti ancora uno dei grani protagonisti del torneo ed è molto probabile che l’arrivo imminente di Mario Balotelli possa effettivamente apportare un rinforzo decisivo nel rilancio della corsa dei lombardi verso la Serie A. Tuttavia, come tutti sanno, la Serie B italiana è una delle competizioni più difficili e imprevedibili del calcio mondiale e qualunque passo falso potrebbe rivelarsi, alla fine, fatale.


Tornando al Pisa e alle sua ambizioni per questa stagione, la qualità del gruppo non è in discussione, e sono molti gli osservatori che ne riconoscono il valore, sia sul piano del gioco sia dal punto di vista della solidità psicologica ed emotiva. Uno di questi è, per esempio, Alessandro Orlandin, direttore del quotidiano online ferrarese Lospallino.com, che non esita a definire il Pisa come “un’ottima squadra”, con grandi capacità e con molte possibilità di raggiungere traguardi importanti.

Da parte della società, fino ad ora la volontà di consolidare il progetto sportivo del Pisa Calcio non è mai venuta meno, come dimostra, tra le altre cose, il rafforzamento della collaborazione commerciale, iniziata già l’anno scorso, con lo sponsor Celitar, una delle marche più importanti del gruppo PharmaNutra S.p.A.

Per continuare a muovere la classifica, Gucher e compagni dovranno continuare a macinare punti e tra qualche settimana si capirà se le buone intenzioni e la motivazione che in questo momento non mancano sapranno tradursi ancora in risultati concreti, come tutti si augurano.