Sta ormai prendendo forma il Nuovo Polo Integrato per la Salute nella frazione capoluogo di San Giuliano Terme.A settembre 2020, ultima occasione ufficiale di confronto fra l’amministrazione comunale, il Consorzio Casa della Salute di San Giuliano Terme e la cooperativa Coopselios, era stato certificato il rispetto del cronoprogramma dei lavori, confermato anche durante il sopralluogo di oggi, venerdì 19 febbraio.

“I lavori sono iniziati a metà 2019 e portati aventi da un’impresa locale, l’Impresa Braccianti con sede a Vicopisano – commenta Carlo Macaluso (presidente del Consorzio Casa della Salute di San Giuliano Terme) . Un altro aspetto molto importante è stato quello di coinvolgere professionisti locali. Per la costruzione abbiamo sfruttato energie alternative come il fotovoltaico, mentre dal punto di vista architettonico è stata prevista una struttura in ferro e acciaio; pareti e tramezzi e paramenti sono realizzati a secco. La struttura viene rivestita da pannelli che riprendono il legno come elemento di rivestimento, mentre al piano terra sarà gres porcellanato riprendendo i colori marrone e ocra dell’habitat circostante. Di qui a un paio di mesi è prevista la fine dei lavori della parte adibita a Rsa accreditata dalla Regione, quindi a fine aprile. La conclusione dei lavori per l’intera struttura, che comprende ospedale di comunità, cure intermedie e riabilitazione, è prevista nei successivi due mesi”.
Il progetto e la direzione dei lavori sono a cura dell’architetto Logli, con i suoi collaboratori Luigi Pierotti e Massimo Del Seppia, dello studio Red Box di San Giuliano Terme.

“Il sopralluogo è stato molto utile per renderci conto dello stato di avanzamento dei lavori – commenta il sindaco Sergio Di Maio -, che vanno avanti speditamente. La struttura servirà sia il Comune di San Giuliano Terme che quello di Vecchiano. È un risultato importante che porteremo a casa. Ringrazio il dottor Macaluso per la collaborazione e tutti i professionisti coinvolti”.

Come sarà il Nuovo Polo Integrato per la Salute di San Giuliano Terme.
Il nuovo complesso socio-sanitario polifunzionale prevede la realizzazione di spazi dedicati alla riabilitazione motoria e funzionale, alle patologie croniche, alle cure intermedie e alla residenza socio-sanitaria per persone anziane affette da patologie degenerative cognitive oltre che da disabilità funzionale. Il nuovo complesso architettonico sorge nella parte est della frazione capoluogo e sorge su un’area complessiva di 50.000 mq.
La struttura polifunzionale, con due piani fuori terra, è caratterizzata da due corpi di forma rettangolare allungata e da un elemento centrale di congiunzione. L’edificio nel suo complesso sviluppa una superficie complessiva di circa 7.400 mq suddivisa su tre livelli (piano interrato, piano terra e primo piano) e potrà accogliere 130 utenti.Nei corpi laterali sono previste le funzioni principali di accoglienza del Polo socio sanitario e, in parte dell’ala est, si trovano i servizi di carattere generale, quali sala convegni, cucina, cappella e camera mortuaria. La Rsa (60 utenti) è distribuita nella parte rimanente dell’ala est compresa tra il piano terra e il primo piano. L’ala ovest ospita invece al piano terra le funzioni più specifiche relative alla degenza post-ospedaliera (cure intermedie e di bassa complessità) e al primo piano nuclei dedicati alle degenze finalizzate a processi di riabilitazione motoria e funzionale. Questa struttura offrirà possibilità occupazionali a oltre 100 lavoratori nel settore delle professioni di cura.