L’Amministrazione Comunale: “Saranno ripristinati e pienamente fruibili anche 3 appartamenti a beneficio di altrettante famiglie”

Gli edifici Erp di Via della Torraccia sono stati inseriti tra gli immobili che potranno beneficiare del bando del “Superbonus del 110”, per questo l’Amministrazione Comunale di Vecchiano ed Apes sono al lavoro per fare il punto sullo stato dell’arte dei due blocchi abitativi di Vecchiano. Ricordiamo, infatti, che il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici, tanto per citare alcuni esempi. “Stiamo parlando di un totale di 50 edifici disseminati su tutto il territorio provinciale che potranno beneficiare, grazie al Superbonus, di un totale di 30 milioni di euro da utilizzare nelle manutenzioni e ammodernamenti degli immobili. E in questo percorso rientrano anche i nostri edifici di Via della Torraccia, composti da due blocchi abitativi, per un totale di 24 alloggi, 12 per ciascun blocco”, spiega il Sindaco Massimiliano Angori. “Abbiamo effettuato il primo sopralluogo al primo edificio nei giorni scorsi, insieme all’Architetto Giovannoni di Apes, e nei prossimi giorni proseguiremo la nostra ricognizione con un sopralluogo al secondo blocco abitativo”, afferma l’Assessora ai Servizi del Territorio, Sara Giannotti, presente in prima persona per rendersi conto della situazione. “Grazie al Superbonus del 110% sarà possibile realizzare il cappotto termico per entrambi gli edifici, e sarà inoltre possibile far fronte ad alcuni interventi minori investendo circa 30mila euro in lavorazioni urgenti. Altri 30mila euro saranno investiti, sempre da Apes, per il rifacimento degli infissi in base alla vigente normativa antincendio. Gli interventi saranno dunque molteplici e rilevanti, e la fine complessiva delle lavorazioni è prevista per dicembre 2023. Inoltre, un’ottima notizia è che, in base al cronoprogramma di Apes, entro giugno 2021 saranno ripristinati e perfettamente fruibili 3 alloggi, adesso non disponibili, che saranno così messi a disposizione di altrettanti nuclei familiari. In questo caso il tutto avverrà anche grazie alla compartecipazione diretta del Comune di Vecchiano, che contribuirà con uno stanziamento già previsto in Bilancio di 20mila euro, che si andranno ad aggiungere ai 30mila euro stanziati da Apes per questa specifica azione. E non è tutto, perché Apes interverrà anche sul blocco abitativo di Via Leonardo Da Vinci, caratterizzato da una situazione abitativa che vede 3 appartamenti Erp e 2 appartamenti di proprietà privata”, prosegue l’Assessora Giannotti. “Qui si è costituito una sorta di comitato tra condomini privati e assegnatari di alloggio, ed Apes è al lavoro per concertare, in base a quelle che sono le modalità previste dalle norme in vigore, dei lavori di ristrutturazione dell’immobile, sia in facciata esterna che attinenti le parti strutturali dell’edificio. Anche in questo caso, come Amministrazione Comunale, seguiremo passo dopo passo l’evoluzione della questione relativa all’edificio di Via Leonardo Da Vinci, in stretta collaborazione con Apes Spa”, conclude Giannotti.