La Regione Toscana ha incaricato l’Azienda ospedaliero universitaria senese
di attivare tutte le azioni necessarie per la predisposizione di un
progetto pilota, finalizzato a rafforzare l’informatizzazione dei sistemi
di sorveglianza e del percorso complessivo di gestione delle emergenze
intraospedaliere. Il progetto prevede un investimento complessivo di circa
70mila euro per gli anni 2021 e 2022.

E’ quanto è stato deliberato nell’ultima seduta di Giunta su proposta
dell’assessore alla sanità, Simone Bezzini.

“I sistemi di emergenza intraospedaliera e i loro criteri di attivazione
sono un elemento chiave per migliorare la sicurezza di tutti i degenti
nelle strutture di area non critica, così come sono altrettanto importanti
l’adozione di procedure omogenee, la formazione degli operatori e la
diffusione di adeguati sistemi di sorveglianza clinica – spiega Simone
Bezzini -. Per questo motivo riteniamo strategico continuare a investire
nell’innovazione tecnologica per risposte sempre più rapide ed efficienti
da parte delle emergenze intraospedaliere e per il miglioramento della
sicurezza dei pazienti ricoverati e ambulatoriali, dei visitatori e dei
professionisti, che lavorano nelle strutture ospedaliere. Abbiamo ritenuto
opportuno, quindi, favorire l’acquisizione di nuove tecnologie, tramite
l’erogazione di apposite risorse finanziare per il prossimo biennio”.

La delibera prevede, inoltre, la realizzazione del progetto pilota tramite
l’attivazione di un gruppo di lavoro composto da professionisti individuati
dalle Aziende sanitarie e in raccordo con i settori regionali competenti in
materia di reti cliniche e di emergenza ospedaliera e di sanità digitale.