Alessandro Burchi confermato coordinatore Assocamping Confesercenti Pisa durante l’assemblea elettiva che ha confermato Matteo Tarabella, titolare del Campeggio Aurora di Marina di Massa, alla guida di Assocamping Toscana Nord.

L’assemblea si è tenuta in remoto per le disposizioni anticovid. L’assemblea elettiva ha provveduto anche alla nomina della presidenza che accompagnerà fino al 2025 Tarabella, così composta: Marco Lucetti del Camping Sogno di Marina di Massa, Simone Carlini Camping Linus di Marina di Massa, Fulvia Cavagni Camping Lilly Pineta di Marina di Massa, Marco Basteri Campeggio Città di Massa, Michele Montemagni Campeggio Bosco Verde di Torre del Lago, Andrea Zoli Camping Italia di Torre del Lago, Alessandro Burchi Camping Saint Michael Tirrenia e Luca Gianvanni Campeggio Pineta a Calambrone.

In merito all’attuale situazione secondo Burchi “veniamo da un anno drammatico che sicuramente trasformerà il modo di fare turismo e di conseguenza il modo con cui le strutture ricettive dovranno ricevere la clientela. La nostra forza è quella di disporre di aree immerse nella natura, in cui è più facile il distanziamento. Ci prepariamo ad una stagione estiva ancora con tante incertezze ma con molto più ottimismo di un anno fa. Ottimismo portato dai vaccini la cui campagna di somministrazione deve compiere l’accelerazione definitiva. Con una concretizzazione anche del pass vaccinale con regole più precise che diano nuovi stimoli agli spostamenti anche dall’estero”.

Poi alcune richieste specifiche di Assocamping Pisa. “Dobbiamo riconosce la buona volontà del sindaco Michele Conti per quanto riguarda la Tari e la tassa di soggiorno nell’auspicio che quest’anno venga riconfermato per la tassa sui rifiuti l’indirizzo di calcolare quanto effettivamente prodotto relativamente ai campeggi. Guardando ai provvedimenti del governo – conclude Burchi – meglio del bonus vacanza sarebbe un credito d’imposta per effettuare pubblicità o iniziative promozionali per le nostre attività. Inoltre un appello ad una burocrazia più semplice e veloce. Se vogliamo rilanciare il turismo abbiamo bisogno di fare nuovi investimenti e per questo attualmente dobbiamo lottare con una farraginosa  operatività  burocratica. Occorre una semplificazione concreta”.