Anche il Comune di Pisa aderisce alla Giornata internazionale della Croce Rossa. L’8 maggio, in tutto il mondo, si festeggia infatti il lavoro di soccorso che svolgono quotidianamente milioni di volontari della Croce Rossa. La festività cade il giorno della nascita di Henry Dunant, considerato il fondatore dell’associazione.

Per celebrare la ricorrenza questa mattina, 5 maggio, il vicesindaco, Raffaella Bonsangue, insieme ad una delegazione della CRI di Pisa, ha issato su Ponte di Mezzo la bandiera della Croce Rossa Italiana, come simbolico gesto di vicinanza e apprezzamento per le iniziative condotte della CRI. La bandiera – che era stata portata in mattinata in Sala delle Baleari dalla delegazione della Croce Rossa e consegnata al vicesindaco Bonsangue – continuerà a sventolare su Ponte di Mezzo fino a domenica 9 maggio. Un’altra bandiera della CRI è stata esposta da Palazzo Gambacorti. La sera di venerdì 7 maggio, inoltre, saranno illuminate di rosso Logge dei Banchi.

«La Giornata internazionale della Croce Rossa – dichiara la vicesindaco Raffaella Bonsangue – è una ricorrenza importante che celebriamo issando su Ponte di Mezzo, luogo simbolo della nostra città, la bandiera dell’associazione. In questo modo vogliamo onorare la stretta collaborazione tra amministrazione comunale e CRI: un’organizzazione che da sempre è vicina a chi soffre ed è in difficoltà e che, ancor di più in questo periodo di emergenza sanitaria, ha svolto e continua a svolgere un ruolo fondamentale per tutta la comunità. Per me, che sono anche volontaria dell’associazione, è un’emozione doppia celebrare questa ricorrenza».

«Siamo felici di onorare questa ricorrenza anche in un momento così difficile come quello attuale – hanno dichiarato Davide Sbrana e Sandra Vitolo, rispettivamente consigliere della CRI di Pisa e ispettrice volontaria del corpo delle infermiere della CRI provinciale. In questo periodo di emergenza sanitaria si è consolidato ulteriormente il nostro rapporto con il territorio e la comunità pisana. Anche la risposta della popolazione, però, è stata incredibile, con tantissimi volontari che si sono avvicinati all’associazione. Ringraziamo l’amministrazione comunale per questa iniziativa».