“Si facciano subito i lavori minimi per rendere idoneo l’impianto sportivo “Redini” allo svolgimento delle gare ufficiali del campionato di serie D”. E’ quanto chiesto dai consiglieri Dario Rollo e Lorenzo Peluso del gruppo “Valori e Impegno Civico Dario Rollo” con una mozione presentata in consiglio comunale. Lo stadio “Redini” è l’impianto sportivo più grande del territorio di Cascina, è di proprietà comunale ed è attualmente in concessione alle ASD Polisportiva Pulcini Cascina e Atletico Cascina. Intitolato a Simone Redini, giovane calciatore cascinese scomparso prematuramente in un incidente stradale nel febbraio 2002, lo stadio è stato teatro di stagioni anche gloriose della Polisportiva Cascina e A.s.d. Cascina, seguita con passione da una tifoseria di ogni età e di ogni genere ed estrazione sociale, proveniente da tutto il territorio. Nel corso degli ultimi anni lo stadio ha conosciuto alcuni lavori di manutenzione straordinaria per renderlo idoneo alle attività sportive che vengono effettuate (calcio e atletica leggera). Il successo dell’A.s.d. Cascina con la promozione in Serie D ha di fatto reso necessario effettuare, con urgenza, alcuni lavori per rendere idoneo l’impianto sportivo allo svolgimento delle gare ufficiali del campionato. Nella prossima stagione calcistica saranno di scena, nella nostra città, diversi “derby” con squadre dalla storia importante, quali Livorno, Siena, Lucchese, Pistoiese, Arezzo, ecc. e che porterà un cospicuo numero di tifosi ospiti che potrebbero visitare anche la città portando ricadute positive per le attività commerciali e artigianali. Sarà anche una “vetrina” importante per tutto il settore calcistico cittadino in quanto, nel progetto sportivo dell’A.s.d. Cascina, saranno coinvolte tutte le società di calcio del nostro territorio e sarà obbligatorio partecipare anche al campionato juniores nazionale. Inoltre le squadre di calcio serie D e juniores nazionali necessiteranno di spazi ulteriori per gli allenamenti e che il pre-campionato prenderà il via a metà luglio 2021. Da qui la richiesta di intervenire anche sul campo “Sussidiario” e quello adiacente il “Fiorentini”. La precedente amministrazione aveva promosso l’avvio di una manifestazione di interesse per la riqualificazione di diverse aree sportive tra cui quella dello stadio ‘Redini’ alla quale delle società sportive del territorio hanno partecipato presentando progetti importanti e moderni che prevedevano lavori rilevanti e che comprendevano non solo l’area strettamente dello stadio ma tutta l’area denominata ‘Spazzavento’. Ci si augura che l’amministrazione possa proseguire l’iter di riqualificazione e sostenere economicamente e tecnicamente i progetti di ammodernamento delle strutture sportive ed in particolare quello dello stadio. Inoltre si chiede di farsi parte attiva per reperire risorse, anche mediante il credito sportivo, e immaginare, fin da subito, in forma partecipata, il futuro utilizzo dello stadio perché diventi, quando sarà realizzata l’intera ristrutturazione, un punto di riferimento per l’attività sportiva e grandi eventi della città. Infine prevedere una premiazione per la squadra e dirigenti del Cascina Asd per l’importante risultato raggiunto quest’anno, coinvolgendo l’intera cittadinanza. L’obiettivo comune deve essere quello di poter sedere sugli spalti del “Redini” alla prima di campionato e gridare tutti insieme: Forza Cascina!