Angori e Lelli: “Un contributo concreto per quelle attività a lungo ferme a causa della pandemia”

C’è tempo fino al prossimo 21 giugno per palestre e centri sportivi per presentare domanda per il progetto messo a punto dal Comune di Vecchiano, “Sport all’aria aperta”.

“Abbiamo deciso di mettere a disposizione delle associazioni operanti sul territorio comunale l’utilizzo, a titolo gratuito, di due spazi aperti di proprietà dell’Ente per lo svolgimento di attività sportiva. Riteniamo indispensabile, in questo modo, dare un contributo concreto alle palestre e ai centri sportivi che per così tanto tempo hanno dovuto interrompere la propria attività, a causa della pandemia”, affermano il Sindaco Massimiliano Angori e l’Assessore allo Sport Andrea Lelli. “Si tratta, inoltre, di un’importante alternativa che favorisce forme di collaborazione istituzionale tese alla promozione dello sport, allo sviluppo e alla diffusione della pratica sportiva sul territorio comunale, in spazi che si prestano allo svolgimento di attività sportiva in totale sicurezza e adatti ad utenti con diversi profili ed obiettivi, incentivando l’adozione di sani stili di vita pur nella attuale condizione”.

Le aree verdi o spazi comunali che l’Amministrazione Comunale ha prioritariamente individuato, tali da garantire il distanziamento e da poter svolgere numerose attività, sono rispettivamente:

· il parco pubblico adiacente la Scuola secondaria di primo grado “Giacomo Leopardi” di Vecchiano;

· l’area a verde Piazza Martiri della Bonifica di Migliarino.

Tutti i dettagli sono contenuti nell’avviso pubblico disponibile sul sito www.comune.vecchiano.pi.it nella sezione “Primo Piano”.

Le manifestazioni di interesse possono essere inviate, indicando come oggetto progetto “Sport all’aria aperta”, tramite:

· pec all’indirizzo comune.vecchiano@postacert.toscana.it

· posta elettronica (anche da mail ordinaria) all’indirizzo partecipazione@comune.vecchiano.pisa.it

Per info: Ufficio Sport, tel. 050/859648 – partecipazione@comune.vecchiano.pisa.it

“La nostra Amministrazione Comunale resta in ogni caso disponibile a valutare altre proposte di localizzazione delle attività sportive su aree verde comunali o spazi comunali attrezzati, attraverso un consueto confronto tra le parti”, concludono Angori e Lelli.