Sono stati assegnati i premi banditi dell’Università di Pisa per l’organizzazione di iniziative scientifiche organizzate dai dottorandi e dalle dottorande dell’Ateneo, per un finanziamento totale di 53 mila euro. L’iniziativa è promossa con la finalità di sostenere lo sviluppo della ricerca, il confronto e la condivisione tra studiosi junior e senior di esperienze, pratiche e risultati ottenuti tramite l’organizzazione di convegni, workshop e giornate di studio.

“Come Ateneo siamo molto fieri di questa iniziativa, arrivata alla sua terza edizione – commenta la professoressa Marcella Aglietti, delegata del rettore ai Dottorati di ricerca – Per le dottorande e i dottorandi rappresenta una straordinaria opportunità di confronto e dibattito sui rispettivi temi di studio con i più prestigiosi esperti a livello europeo e internazionale, potenziando la disseminazione dei risultati delle loro indagini e favorendo la costruzione di network relazionali che potranno essere fondamentali per il loro futuro professionale”.

Tutte e 15 le iniziative finanziate si terranno online e ad accesso gratuito, in modo da essere fruibili dal maggior numero possibile di interessati in totale sicurezza. I settori disciplinari coinvolti saranno dei più vari: dalla filosofia alla diagnostica clinica veterinaria, dalla genome editing all’analisi delle fasi di sviluppo di un farmaco, dall’innovazione nell’educazione avanzata ai live podcast sulle nuove frontiere dell’informatica. La kermesse di eventi si aprirà con la conferenza internazionale “Chemistry for the Future 2021”, organizzata dai dottorandi in Scienze chimiche e dei materiali e in corso proprio in questi giorni; mentre in autunno inoltrato si terranno, solo per ricordarne alcuni in ordine di graduatoria, il Seminario Nazionale dei Dottorandi e delle Dottorande in Scienze politiche, intitolato “Il sapere e la sua diffusione nell’età contemporanea”; il workshop “Multidisciplinary studies for sustainable agriculture: The European Green Deal” proposto dai dottorandi in Scienze agrarie, alimentari ed agro-ambientali; e il convegno “AMNIS. L’acqua tra la materialità e la parola” a cura degli allievi e allieve del dottorato in Scienze dell’antichità e archeologia e con la straordinaria partecipazione del Museo delle Navi di Pisa.

Tutte le iniziative finanziate sono consultabili a questo link.