Il Partito Democratico della provincia di Pisa esprime il pieno sostegno
alla lotta degli operai della sede GKN di Campi Bisenzio, un’azienda che
ha beneficiato per anni del patrimonio professionale del territorio e
delle opportunità connesse alla sua collocazione in Toscana e che ora,
con una mail, licenzia in blocco 422 lavoratori. Si tratta di un
affronto alla nostra regione e una pesante alterazione delle corrette
relazioni sindacali. È un’azione che non possiamo tollerare, nel metodo
e nel merito, in nome della irrinunciabile difesa della dignità del
lavoro e di ogni singolo lavoratore.
Sosteniamo con convinzione le azioni intraprese dalle istituzioni locali
e dalla Regione, in particolare dal sindaco di Campi Bisenzio Emiliano
Fossi, dal presidente della Regione Eugenio Giani, dal suo consigliere
Valerio Fabiani e dall’assessora regionale al lavoro Alessandra Nardini,
che si sono da subito attivati per ottenere un importante tavolo
nazionale e al quale è giusto andare con una richiesta chiara all’azienda: ritirare i licenziamenti.
Questi lavoratori, i loro progetti di vita e le loro famiglie non
possono essere liquidati con un click per rispondere alle esigenze di
riassetto di un fondo di investimento. Le logiche di risparmio e di
profitto non possono e non devono passare sopra il rispetto, la tutela e
la dignità delle persone e del loro lavoro, né in questo caso né mai.