L’amministrazione comunale di Volterra sarà presente a Fivizzano in occasione dell’inaugurazione del Simposio Lunense, un simposio di scultura che vede la partecipazione di numerosi artisti nazionali e internazionali che a partire dal 25 luglio, animeranno per una settimana i luoghi più suggestivi dell’antico borgo nel cuore della Lunigiana attraverso le loro opere esposte.

Sarà Viola Luti, assessora al turismo del Comune di Volterra, a rappresentare l’amministrazione, accompagnata dall’esibizione degli Sbandieratori di Volterra che, insieme agli sbandieratori di Fivizzano, animeranno la Piazza Medicea dando il via ufficiale alla manifestazione.

L’arte protagonista, come elemento di valorizzazione del borgo, come patrimonio dell’identità locale, in un viaggio coinvolgente tra le strade del centro storico e i suggestivi angoli che faranno da palcoscenico naturale all’evento.

“Con grande piacere – dichiara l’assessora al Turismo del Comune di Volterra Viola Luti – partecipiamo a questo importante evento. Il Simposio sarà, infatti, l’occasione per consolidare le affinità storiche tra Fivizzano e Volterra, un’amicizia che affonda le radici nel passato e che ha visto più volte le due città vicine nel corso dei secoli come attraverso le Vie del Sale, cammini utilizzati nell’antichità per il trasporto e il commercio di questo prodotto fondamentale, oggi riscoperti e valorizzati per la fruizione di un turismo lento e sostenibile. Antiche suggestioni – continua Luti – per moderni viaggiatori, attraverso le quali si rinnovano i legami e si riscopre il valore dell’arte, l’autenticità dei luoghi e il senso delle comunità.

Questo legame – conclude Luti – è un messaggio di amicizia, un ponte che supera le distanze geografiche e testimonia un nuovo inizio in un periodo storico così complesso, dove le collaborazioni e i rapporti tra comunità diventano elemento essenziale per la ripartenza, un segnale di vicinanza e di volontà di ripartire da qui, dalle persone, dai luoghi, e dall’arte”.

È l’economia della bellezza che continua a rinnovarsi e a rinnovare antichi legami ed è in questa occasione che rapporti si rinsaldano, grazie a Volterra città del Sale, alla sua antica salina da dove partivano le carovane di asini carichi di sacchi di sale verso la Via Francigena e Fivizzano dove gli antichi percorsi del sale attraversavano l’Appennino e favorivano gli scambi tra il versante toscano e quello emiliano.

E proprio con il sale di Volterra sono state realizzate tre sculture che saranno esposte fuori concorso in occasione del simposio e visibili per tutta la durata della manifestazione. Un materiale inconsueto che per l’occasione è stato plasmato e darà forma ad opere che ancora una volta testimoniano e sono simbolo dell’antica amicizia tra i due comuni.

Segnali di speranza e voglia di ricostruire relazioni: le città della Toscana abbattono le distanze, creano nuove visioni e ci aiutano, attraverso il mondo della cultura e dell’arte, ad immaginare la Toscana del futuro.

Organizzato dal Comune di Fivizzano, con la direzione artistica di Laura Mallegni, il Simposio Lunense vede la media partnership dei giornali Il Tirreno e La Nazione e il Patrocinio del Touring Club Italiano.